More

    Burro di arachidi e diverticolite: Il tempismo è fondamentale se si vuole mangiare burro di arachidi

    -

    Evitare di mangiare burro di arachidi e altri alimenti ricchi di fibre durante una riacutizzazione della diverticolite.Crediti immagine:Evgeniya Pavlova/iStock/GettyImages

    Se amate il burro di arachidi ma soffrite di diverticolosi, vi starete chiedendo se potete mangiare il burro di arachidi durante una riacutizzazione della diverticolite e quando è sicuro farlo. In definitiva, sebbene il burro di arachidi non sia di per sé un alimento scatenante, la possibilità di mangiarlo dipende dal momento.

    Se si soffre di diverticolosi, ma non si è in presenza di una riacutizzazione della diverticolite, il consumo di alimenti contenenti fibre come il burro di arachidi e altri tipi di frutta secca è sicuro, afferma Lisa R. Young, PhD, RDN, dietista nutrizionista registrata e professore aggiunto di nutrizione alla New York University.

    Come spiega la U.S. National Library of Medicine (NLM), la diverticolosi descrive una condizione solitamente asintomatica in cui si formano piccole sacche sulle pareti dell’intestino a forma di tubo (dette diverticoli). Sebbene la causa esatta sia sconosciuta, l’età e una dieta povera di fibre sembrano essere fattori di rischio.

    La diverticolite, secondo l’NLM, è una manifestazione che si verifica quando queste sacche si infettano o si infiammano, provocando dolori addominali e altri sintomi, che vanno dalla febbre, al gonfiore e alla nausea fino, nei casi più gravi, a emorragie, ostruzioni o infezioni gravi nell’addome.

    Mangiare burro di arachidi con la diverticolite

    Il consumo di alimenti contenenti fibre, come il burro di arachidi e altri tipi di frutta a guscio, è sicuro se si soffre di diverticolosi, a patto che non si verifichi una riacutizzazione della diverticolosi (o diverticolite), afferma Young.

    Leggi anche  5 motivi per cui i mirtilli possono causare diarrea e cacca verde

    Tuttavia, se si verifica una riacutizzazione (quando i diverticoli si infiammano o si infettano), è meglio evitare il burro di arachidi per il momento.

    “Durante una riacutizzazione della diverticolite, si consiglia di seguire una dieta a base di liquidi chiari o a basso contenuto di fibre per alcuni giorni, finché i sintomi non si attenuano”, spiega Young. “Durante questo periodo, il burro di arachidi e altri alimenti con fibre (frutta, verdura, noci) non sono consigliati”.

    Secondo lo Stanford University Medical Center, ridurre l’apporto di fibre durante una riacutizzazione della diverticolite significa spesso ridurre i movimenti intestinali e, di conseguenza, i dolori e i disturbi gastrointestinali.

    Cosa mangiare durante una riacutizzazione della diverticolite

    In caso di riacutizzazione, Young consiglia di assumere “liquidi chiari, come il brodo di pollo”.

    Secondo la Cleveland Clinic, una dieta a base di liquidi chiari in caso di gravi riacutizzazioni di diverticolite può comprendere:

    • Acqua.
    • Succhi di frutta senza polpa.
    • Ghiaccioli.
    • Alimenti a base di gelatina come la gelatina.

    Evitare di mangiare burro di arachidi e altri alimenti ricchi di fibre durante una riacutizzazione della diverticolite.Crediti immagine:Evgeniya Pavlova/iStock/GettyImages

    Se amate il burro di arachidi ma soffrite di diverticolosi, vi starete chiedendo se potete mangiare il burro di arachidi durante una riacutizzazione della diverticolite e quando è sicuro farlo. In definitiva, sebbene il burro di arachidi non sia di per sé un alimento scatenante, la possibilità di mangiarlo dipende dal momento.

    • Se si soffre di diverticolosi, ma non si è in presenza di una riacutizzazione della diverticolite, il consumo di alimenti contenenti fibre come il burro di arachidi e altri tipi di frutta secca è sicuro, afferma Lisa R. Young, PhD, RDN, dietista nutrizionista registrata e professore aggiunto di nutrizione alla New York University.
    • Come spiega la U.S. National Library of Medicine (NLM), la diverticolosi descrive una condizione solitamente asintomatica in cui si formano piccole sacche sulle pareti dell’intestino a forma di tubo (dette diverticoli). Sebbene la causa esatta sia sconosciuta, l’età e una dieta povera di fibre sembrano essere fattori di rischio.
    • La diverticolite, secondo l’NLM, è una manifestazione che si verifica quando queste sacche si infettano o si infiammano, provocando dolori addominali e altri sintomi, che vanno dalla febbre, al gonfiore e alla nausea fino, nei casi più gravi, a emorragie, ostruzioni o infezioni gravi nell’addome.
    • Mangiare burro di arachidi con la diverticolite
    • Il consumo di alimenti contenenti fibre, come il burro di arachidi e altri tipi di frutta a guscio, è sicuro se si soffre di diverticolosi, a patto che non si verifichi una riacutizzazione della diverticolosi (o diverticolite), afferma Young.
    • Tuttavia, se si verifica una riacutizzazione (quando i diverticoli si infiammano o si infettano), è meglio evitare il burro di arachidi per il momento.
    • “Durante una riacutizzazione della diverticolite, si consiglia di seguire una dieta a base di liquidi chiari o a basso contenuto di fibre per alcuni giorni, finché i sintomi non si attenuano”, spiega Young. “Durante questo periodo, il burro di arachidi e altri alimenti con fibre (frutta, verdura, noci) non sono consigliati”.
    Leggi anche  C'è qualcosa che aiuta a digerire la lattuga?

    Secondo lo Stanford University Medical Center, ridurre l’apporto di fibre durante una riacutizzazione della diverticolite significa spesso ridurre i movimenti intestinali e, di conseguenza, i dolori e i disturbi gastrointestinali.

    Cosa mangiare durante una riacutizzazione della diverticolite

    • In caso di riacutizzazione, Young consiglia di assumere “liquidi chiari, come il brodo di pollo”.
    • Secondo la Cleveland Clinic, una dieta a base di liquidi chiari in caso di gravi riacutizzazioni di diverticolite può comprendere:
    • Acqua.

    Succhi di frutta senza polpa.

    Ghiaccioli.

    Alimenti a base di gelatina come la gelatina.

    Di solito, secondo la NLM, si inizia con una dieta liquida che reintroduce gradualmente alimenti morbidi e facili da digerire, in modo da dare al colon il tempo di riposare e guarire.

    • Detto questo, se la riacutizzazione è ritenuta lieve, la Cleveland Clinic consiglia di mangiare non più di 8-12 grammi di fibre al giorno, con opzioni ideali a basso contenuto di fibre quali:
    • Pane e pasta bianchi.
    • Carni.
    • Uova.
    • Frutti di mare.
    • Frutta a basso contenuto di fibre (pesche in scatola, banane mature).
    • Yogurt greco.

    Ricotta.

    Cibi da evitare dopo un attacco di diverticolite

    Secondo la NLM, dopo un attacco, mentre il colon è in via di guarigione, è possibile che venga chiesto di evitare i seguenti alimenti:

    alimenti integrali

    • Frutta.
    • Verdure.
    • In particolare, si tratta degli stessi alimenti ad alto contenuto di fibre che, una volta guariti, il medico suggerirà di aumentare e che, secondo l’NLM, possono aiutare a prevenire attacchi futuri. Il medico vi aiuterà anche a determinare quali alimenti specifici è meglio evitare.
    • Tenere a bada le riacutizzazioni
    • In generale, un’alimentazione ricca di fibre può contribuire a ridurre la probabilità di avere riacutizzazioni della diverticolite, secondo l’NLM.
    • Una volta che il medico vi ha autorizzato a mangiare cibi ricchi di fibre, l’NLM suggerisce le seguenti scelte alimentari:
    Leggi anche  6 motivi per cui la carne rossa può causare mal di stomaco e cosa fare al riguardo