More

    Quanto succo di prugna bevi per alleviare la costipazione?

    -

    Il succo di prugna è emerso come uno dei rimedi naturali più popolari per la costipazione, una condizione che colpisce 16 su 100 adulti, come riportato dal Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti. Questo problema è ancora più comune negli anziani.

    Il succo di prugna è un rimedio naturale per la costipazione.Credit: YelenaYemchuk / iStock / GettyImages

    Se non trattata, la costipazione può influire sulla qualità della vita e portare a gravi complicazioni, come emorroidi e prolasso rettale. Rispetto ai lassativi, il succo di prugna è più sicuro e ha meno probabilità di causare dipendenza.

    Mancia

    Il succo di prugna può aiutare ad alleviare la costipazione, specialmente nei bambini. L’intero frutto, tuttavia, sembra essere più efficace.

    Inizia con una porzione (mezza tazza) di succo di prugna al giorno e guarda come reagisce il tuo corpo. Aumentare il dosaggio se necessario. Un’altra opzione è quella di mangiare tre o quattro prugne secche al giorno – si tratta di una porzione.

    Costipazione a colpo d’occhio

    La costipazione è un disturbo di salute comune tra le persone di tutte le età. Una dieta povera di fibre, mancanza di esercizio fisico e alcuni disturbi gastrointestinali possono aumentare il rischio di sviluppare questa condizione. Si stima che 8,2 per cento al 32,9 per cento della popolazione generale soffre di costipazione. Alcune persone non sono in grado di avere movimenti intestinali senza farmaci, quindi fanno affidamento sui lassativi per rimanere regolari.

    Leggi di più: 7 strani fatti sulla cacca

    Contrariamente alla credenza popolare, la costipazione non è una malattia, ma un sintomo. Qualche volta indica un disturbo di fondo, come la sindrome dell’intestino irritabile (IBS), malattie infiammatorie intestinali, ipotiroidismo o diabete. Anche il morbo di Parkinson, la sclerosi multipla e il cancro intestinale possono causare questo problema.

    Alcuni fattori legati allo stile di vita, tra cui disidratazione, scarsa assunzione di fibre, stress e cambiamenti nella routine quotidiana, sono spesso i colpevoli della costipazione. Stress psicologico, ad esempio, può causare sintomi digestivi, come nausea, vomito, mal di stomaco e ridotta motilità gastrointestinale, secondo un articolo di ricerca del maggio 2014 pubblicato sulla rivista Revisione di esperti di gastroenterologia ed epatologia.

    La costipazione è più che un fastidio. Senza un trattamento adeguato, può metterti a rischio ragadi anali, impazione fecale, emorroidi e altre complicazioni. In rari casi, può portare a fecalomas. Questa condizione è caratterizzata da masse di feci indurite nel colon o nel retto e può causare ostruzione intestinale.

    Leggi anche  I 7 migliori integratori di magnesio del 2022

    Potare il succo allevia la costipazione?

    I lassativi e gli emollienti delle feci sono i farmaci più utilizzati per la costipazione. Sfortunatamente, questi prodotti portare effetti collaterali che vanno dal gonfiore e dal gas ai crampi addominali e alla disidratazione. Ecco perché i professionisti medici sconsigliare di utilizzare lassativi su base regolare.

    avvertimento

    Come sottolinea l’associazione nazionale dei disturbi alimentari, l’abuso o l’abuso lassativi possono causare squilibri di minerali ed elettroliti, danni agli organi interni e dipendenza.

    Succo di prugna è stato a lungo usato come lassativo naturale. Questa bevanda è composta da prugne secche e ha un sapore dolce. Alcune persone bevono anche succo di pera o mela per costipazione.

    Secondo una recensione del dicembre 2014 pubblicata in Gastroenterologia, epatologia e nutrizione pediatriche, i succhi di frutta sono ricchi di acqua, fruttosio e sorbitolo e può aiutare ad alleviare la costipazione, specialmente nei bambini. sorbitolo, uno zucchero naturale nelle prugne, è particolarmente benefico. Il succo di prugna, tuttavia, contiene meno fibre e sorbitolo rispetto al frutto intero, come sottolineano gli autori della recensione.

    Una recensione finanziata dal California Dried Plum Board e presentata nell’edizione di ottobre 2013 di Recensioni critiche in Scienza dell’alimentazione e Nutrizione esaminato in particolare i benefici delle prugne secche e del loro succo. I ricercatori affermano che questi frutti sono ricchi di rame, potassio, composti fenolici e sorbitolo. Se consumati regolarmente, possono migliorare la salute generale.

    Inoltre, la recensione riporta che questi frutti possono aiutare prevenire la costipazione e proteggere dal cancro del colon. Sorprendentemente, hanno un impatto trascurabile sui livelli di glucosio nel sangue nonostante il loro alto contenuto di zucchero. I nutrienti nelle prugne secche possono anche sopprimere l’appetito e aiutare nella gestione del diabete, dell’obesità e delle malattie cardiache.

    Leggi anche  C'è una differenza nutrizionale tra olive nere e verdi?

    Le prugne sembrano esserlo più efficace delle bucce di psillio per sollievo dalla costipazione, secondo una recensione pubblicata in Farmacologia alimentare e terapia nell’agosto 2014, finanziato anche dal California Dried Plum Board.

    Leggi di più: 5 effetti collaterali negativi di mangiare troppe prugne

    I ricercatori hanno scoperto che mangiare 3,5 once di prugne al giorno per tre settimane può migliorare la consistenza delle feci e aumentare la frequenza dei movimenti intestinali. Questi effetti benefici sono dovuti al loro alto contenuto di fibre, composti fenolici e sorbitolo. Anche il succo di prugna contiene questi nutrienti, ma in quantità minori. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per confermare il potenziale lassativo delle prugne secche e del loro succo.

    Come prendere il succo di prugna

    Le prove cliniche indicano che le prugne secche e il succo di prugna possono aiutare a prevenire e alleviare la costipazione. La domanda è: quanto succo dovresti bere per raccogliere i frutti?

    Come con la maggior parte dei succhi di frutta, non esiste un dosaggio standard raccomandato per il succo di prugna. La Mayo Clinic raccomanda di dare ai bambini una porzione giornaliera di questa bevanda. Anche i succhi di mela e pera hanno lievi effetti lassativi.

    Il Centro per la salute pelvica Johns Hopkins offre a ricetta per la regolarità intestinale. Mescola 1 tazza di succo di prugna, 1 tazza di crusca d’avena o di grano non raffinato e 1 tazza di salsa di mele. Prendi 1 o 2 cucchiai insieme a una grande tazza di acqua o succo ogni sera per due settimane. Se non cambia nulla, è possibile aumentare gradualmente il dosaggio a 4 cucchiai.

    Una porzione di succo di frutta è mezzo bicchiere. Se non sei sicuro della quantità di succo di prugna da bere per la costipazione, inizia con una porzione al giorno. Guarda come reagisce il tuo corpo e bevi un po ‘di più se necessario. Un’altra opzione è quella di mangiare tre o quattro prugne al giorno.

    Mancia

    Evita di bere troppo succo di prugna poiché potrebbe causare diarrea se consumato in eccesso.

    Questi frutti e il loro succo sono generalmente sicuri e difficilmente possono causare effetti collaterali. Il rovescio della medaglia è che sono piuttosto ricchi di carboidrati. Una porzione di prugne secche (tre frutti, denocciolati) ha 68 calorie e 18,2 grammi di carboidrati, inclusi 10,8 grammi di zuccheri e 2 grammi di fibre. Succo di prugna vanta 91 calorie e 22,3 grammi di carboidrati, tra cui 21 grammi di zuccheri e 1,3 grammi di fibre per porzione.

    Leggi anche  Quante calorie per pasto dovrebbe mangiare un paziente con bypass gastrico?

    Fruttosio, lo zucchero nei frutti, non è migliore dello zucchero raffinato e può portare ad un aumento di peso se consumato in eccesso. Secondo un recente articolo pubblicato in Rete JAMA aperta nel marzo 2019, ogni ulteriore dose giornaliera di succhi di frutta può aumentare il rischio di diabete del 7 percento. Bere meno di sette bicchieri a settimana ha dimostrato di ridurre il rischio di malattie cardiache del 17% e l’ictus del 24%. Come per tutto il resto, la moderazione è la chiave.

    Come preparare il succo di prugna

    Quando si tratta di potare il succo, hai due opzioni: puoi acquistare il succo in bottiglia o prepararlo a casa. Se preferisci acquistare questa bevanda, scegli un marchio biologico. Assicurati che non abbia zuccheri aggiunti. Controlla l’etichetta per gli additivi, i conservanti e gli aromi sintetici.

    La maggior parte delle volte, succo di prugna fatto in casa è la scelta migliore. Se produci il tuo succo, hai il pieno controllo degli ingredienti utilizzati. Inoltre, puoi godertelo fresco. Inizia con questa semplice ricetta:

    • 10,5 once di prugne secche
    • 67,6 once fluide di acqua
    1. Fai bollire le prugne in acqua e fai sobbollire per circa due minuti.
    2. Lasciali raffreddare e poi versa lentamente il composto in un frullatore.
    3. Frullare fino a che liscio. Aggiungi più acqua (bollita), se necessario.
    4. Trasferisci il succo in un barattolo di vetro o una bottiglia e refrigeralo.

    Aggiungi qualche goccia di lime fresco o succo di limone per un sapore extra. Goditelo freddo o a temperatura ambiente. Puoi anche aggiungere succo di pera o mela al mix per migliorare il suo sapore e aumentare l’assunzione di nutrienti.