More

    Posso assumere olio di semi di lino e olio di pesce insieme?

    -

    Può assumere l’olio di semi di lino e l’olio di pesce insieme, a condizione che non vi siano controindicazioni relative ai suoi farmaci o problemi di salute.Credito immagine:tashka2000/iStock/GettyImages

    Le capsule di olio di semi di lino e l’olio di pesce sono integratori popolari, assunti per fornire una quantità sufficiente di grassi omega-3 nella dieta. I grassi omega-3 sono un’aggiunta salutare alla dieta per la prevenzione dei trigliceridi alti e dei sintomi dell’artrite reumatoide.

    Suggerimento

    Può assumere l’olio di semi di lino e l’olio di pesce insieme, purché non vi siano controindicazioni relative ai suoi farmaci o problemi di salute. Consulti un medico per le raccomandazioni.

    Tuttavia, i grassi omega-3 presenti nell’olio di semi di lino e nell’olio di pesce sono diversi. L’olio di semi di lino contiene l’acido grasso omega-3 chiamato acido alfa-linolenico (ALA), mentre l’olio di pesce contiene acido docosaesaenoico (DHA) e acido eicosapentaenoico (EPA). Questi oli forniscono molti benefici simili, ma differiscono nel modo in cui l’organismo li elabora.

    DHA ed EPA sono le forme più necessarie di acidi grassi omega-3 nell’organismo. L’ALA può essere convertito in DHA ed EPA, ma il tasso di conversione, come riportato dal National Institutes of Health (NIH), è basso, inferiore al 15 percento. I grassi Omega-3 possono essere consumati nella loro forma naturale negli alimenti o assunti come integratori, ad esempio liquidi o capsule.

    Cosa sono gli acidi grassi Omega-3?

    Gli acidi grassi omega-3 sono una delle due principali classi di acidi grassi polinsaturi, l’altra è l’omega-6. Si trovano in abbondanza nei frutti di mare e in alcuni semi e noci. Le membrane cellulari del corpo sono formate da fosfolipidi che dipendono dagli omega-3 per la loro struttura. Gli omega-3 svolgono anche un ruolo nei sistemi cardiovascolare, immunitario, endocrino e polmonare.

    Leggi anche  Una dieta liquida e aumento di peso

    Il modo ottimale per assumere una quantità sufficiente di acidi grassi omega-3, secondo le raccomandazioni del National Institutes of Health, è attraverso fonti alimentari integrali. La scheda informativa del NIH sugli acidi grassi omega-3 riporta che solo il consumo di frutti di mare interi ha dimostrato di proteggere dalle malattie cardiovascolari.

    Quando gli studi sono stati completati utilizzando gli omega-3 sotto forma di integratori, non si sono riscontrati gli stessi risultati. Sebbene i livelli di trigliceridi siano stati notevolmente ridotti, i rischi di infarto, ictus o morte per cause cardiovascolari non sono stati ridotti rispetto al placebo.

    Olio di semi di lino vs. olio di pesce

    L’acido grasso omega-3 ALA è un acido grasso di origine vegetale che si trova nelle noci e nei semi come le noci, la soia, la colza e i semi di lino. Harvard Health afferma che i semi di lino ne contengono la quantità più elevata, con 7 grammi per cucchiaio. L’ALA deve essere convertito in DHA ed EPA per avere effetti positivi sull’organismo.

    Esiste una quantità limitata di enzimi in grado di eseguire questo processo di conversione e, pertanto, solo una quantità molto ridotta di DHA ed EPA ne risulta. Il rapporto di Harvard rivela che solo il 10-15%, forse anche meno, degli omega-3 viene convertito in una forma utile.

    Questo è importante perché, guardando le etichette delle capsule di semi di lino e di olio di semi di lino, la quantità di acidi grassi omega-3 indicata non è una rappresentazione accurata di ciò che il corpo è effettivamente in grado di utilizzare. Infatti, quando l’etichetta indica 7 grammi per cucchiaio, la quantità effettivamente utilizzabile sarà di circa 700 milligrammi. Questo è importante da tenere presente quando si cerca di ottenere le quantità desiderate di EPA e DHA nella propria dieta.

    Leggi anche  Le 5 migliori vitamine postnatali

    L’olio di pesce, invece, presenta livelli molto più elevati di EPA e DHA. Secondo il NIH, gli integratori di olio di pesce variano, ma in media contengono circa 1 grammo di olio di pesce per capsula. Ogni capsula fornisce in genere 180 milligrammi di EPA e 120 milligrammi di DHA.

    La combinazione di questi integratori è sicura?

    La combinazione di olio di semi di lino e olio di pesce è sicura, anche se potrebbe essere inutile. Se non è vegano e non si oppone all’assunzione di olio di pesce, allora è una scelta migliore per ottenere la giusta quantità di EPA e DHA nella sua dieta. Harvard Health riferisce che l’olio di semi di lino non è un sostituto o un rimpiazzo degli oli di pesce. Si raccomanda di consumare 8 once di pesce ogni settimana, per trarre i numerosi benefici degli omega-3 e degli altri nutrienti presenti negli alimenti integrali.

    Il National Center for Complementary and Integrative Health avverte che le persone che assumono farmaci per la coagulazione del sangue possono essere a rischio quando aggiungono integratori di omega-3 alla loro dieta. Si informi sulla quantità di omega-3 che sta ingerendo se assume capsule di olio di pesce e di semi di lino insieme. Altri sintomi degli integratori di omega-3 possono includere alito sgradevole, cattivo gusto in bocca, odore del corpo, mal di testa e problemi gastrointestinali come nausea, diarrea e bruciore di stomaco. Parli con il suo medico se riscontra effetti collaterali negativi.

    Avvertenze

    Parli con un medico prima di aggiungere qualsiasi nuovo integratore alla sua dieta.