More

    Pillole di curcuma e olio di pesce vanno bene insieme?

    -

    L’olio di pesce e la curcuma non sostituiscono le terapie convenzionali. Immagine di credito: foto di Cathy Scola / Moment / GettyImages

    Non è una buona idea assumere sia la curcuma che l’olio di pesce perché i due integratori rendono meno probabile la coagulazione del sangue. È possibile che l’effetto additivo aumenti il ​​rischio di sanguinamento.

    Mancia

    Non assumere la curcuma e l’olio di pesce. Se sei interessato ai supplementi, scegli solo uno o l’altro.

    Curcuma e olio di pesce

    I farmaci anticoagulanti, che aiutano a prevenire la formazione di coaguli di sangue, sono prescritti per le persone a rischio di infarto o ictus, riferisce MedlinePlus. Mentre questi farmaci sono talvolta chiamati fluidificanti del sangue, in realtà non fluidificano il sangue. Al contrario, rallentano il processo di formazione del coagulo del corpo o impediscono alle cellule del sangue chiamate piastrine di aderire per formare coaguli.

    Uno studio di aprile 2012 pubblicato in Rapporti BMB scoperto che la curcumina, il principio attivo della curcuma, può aiutare a prevenire un coagulo di sangue dal suo effetto anticoagulante. A causa di questa azione, non dovrebbe essere preso con farmaci anticoagulanti o integratori, osserva il Memorial Sloan Kettering Cancer Center.

    I benefici dell’olio di pesce includono una lieve azione anticoagulante. La Mayo Clinic afferma che alte dosi di olio di pesce possono aumentare il rischio di sanguinamento. A causa di questo effetto, non dovrebbe essere assunto con erbe, droghe o integratori anticoagulanti.

    Uno studio del maggio 2018 pubblicato su Annali di Chirurgia Toracica scoperto che l’effetto anticoagulante del solo olio di pesce è debole, ma che può diventare evidente quando i pazienti che assumono anticoagulanti da prescrizione lo assumono. L’effetto additivo potrebbe contribuire al sanguinamento durante l’intervento chirurgico.

    Leggi anche  Quante calorie ci sono in un sandwich di tonno e maionese?

    Leggi di più: Con il bene arriva il male: gli effetti collaterali di prendere troppo Omega 3

    Poiché le autorità sanitarie mettono in guardia contro l’assunzione di curcuma e olio di pesce con anticoagulanti, è logico supporre che non dovrebbero essere presi insieme. L’effetto anticoagulante di ciascun integratore sarebbe inferiore a quello dei farmaci anticoagulanti, ma è meglio non prenderli entrambi contemporaneamente.

    Curcuma, olio di pesce e infiammazione

    La Fondazione per l’artrite raccomanda la curcuma e l’olio di pesce per l’infiammazione. Non fornisce un’opinione su quale integratore sia più efficace per la condizione.

    La curcumina è stata utilizzata nella medicina tradizionale cinese e indiana per trattare l’artrite. Gli studi dimostrano che blocca gli agenti chimici e gli enzimi infiammatori.

    Ricerche precedenti indicano che la curcumina ha promesso di fornire una gestione del dolore a lungo termine per i pazienti con osteoartrosi. Una delle indagini più interessanti è stata una piccola ricerca del novembre 2012 pubblicata su Ricerca in fitoterapia. Ha coinvolto solo 45 partecipanti, ma i risultati promettenti meritano un preavviso.

    In questo Ricerca in fitoterapia studio pilota, i ricercatori hanno confrontato gli effetti della curcumina con quelli del diclofenac sui pazienti con artrite. La curcumina è risultata più efficace nell’alleviare i sintomi dell’artrite rispetto al farmaco e non sono stati associati effetti collaterali avversi al suo utilizzo. Diclofenac, come altri farmaci antinfiammatori non steroidei, ha una serie di effetti collaterali.

    L’olio di pesce blocca anche i prodotti chimici anti-infiammatori nel corpo. Secondo la Fondazione per l’artrite, diversi studi dimostrano che può essere utile nel ridurre i sintomi dell’osteoartrite e dell’artrite reumatoide.

    Tutto sulla curcuma

    La ricerca preliminare suggerisce che la curcumina ha diversi benefici, riferisce il Centro nazionale per la salute complementare e integrativa. Può ridurre il rischio di attacchi di cuore per i pazienti con bypass a seguito di un intervento chirurgico, nonché alleviare l’irritazione cutanea da trattamenti con radiazioni per il cancro al seno. Come accennato in precedenza, la curcumina vede anche un ampio uso che riduce il dolore dell’osteoartrite.

    Leggi anche  Quanta proteina c'è nei gamberetti?

    Leggi di più: Quali sono i vantaggi delle capsule di curcuma?

    La curcumina è considerata sicura se assunta per via orale o applicata sulla pelle nelle quantità raccomandate. Dosi più elevate potrebbero causare disturbi gastrointestinali. Oltre a non assumere il supplemento con anticoagulanti, non deve essere assunto con farmaci che sopprimono il sistema immunitario, alcuni farmaci usati nella chemioterapia e alcuni altri farmaci.

    Questo integratore non è consigliato per le persone con disturbi gastrointestinali o per chi ha una storia di calcoli renali. Verificare con il proprio medico prima di prenderlo.

    Cancer Research UK afferma che la curcumina non viene assorbita bene. Gli scienziati stanno lavorando allo sviluppo di soluzioni per il problema. La Mayo Clinic afferma che la curcuma è sicura con una dose massima di 8 grammi al giorno.