Malattia gengivale: tipi, cause, sintomi e trattamenti

La malattia gengivale può essere diagnosticata solo da un dentista. Credito di immagini: KOH SZE KIAT/E+/GETTYIMAGES

In questo articolo

  • Tipi
  • Cause
  • Sintomi
  • Diagnosi
  • Trattamenti
  • Prevenzione
  • Linea di fondo

Quasi la metà degli adulti statunitensi di età pari o superiore a 30 anni ha una malattia gengivale, secondo i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), e circa l’8 % ha quella che è considerata una grave malattia gengivale, a luglio 2018 ricerche in The Journal of L’American Dental Association , una fase associata alla perdita dei denti che può essere collegata ad altre condizioni di salute come il diabete.

Annuncio

Video del giorno

Le prime malattie gengivali – chiamate anche malattie parodontali – possono essere facilmente trattate e persino invertite. Una volta raggiunto un certo punto, tuttavia, la malattia può essere gestita, non curata, secondo l’American Dental Association (ADA).

Qui, impara cosa causa le malattie gengivali, come viene trattata e come prevenirlo.

Annuncio

Cos’è la malattia gengivale?

La malattia gengivale, alias la malattia parodontale o la parodontite, è un’infezione batterica che inizia nel tessuto molle delle gengive. Se non è trattato correttamente, può distruggere il tessuto gengivale nel tempo e portare a una serie di problemi di salute orale.

Annuncio

Circa 700 specie di batteri e altri microbi risiedono naturalmente nelle nostre bocche, secondo il National Institutes of Health (NIH). Prospano sullo zucchero dagli alimenti che mangiamo e formano placca, un film appiccicoso e invisibile che si accumula sui denti, spiega Deborah Foyle, DDS, professore associato clinico presso il Dipartimento di Parodontica della Texas A&M School of Dentistry a Dallas.

Annuncio

Se non rimosso-con spazzolatura, filo interdentale e controlli dentali regolari-quella placca si indurisce in tartaro, che può innescare un’onda di decadimento del dente e delle gomme.

Tipi di malattie gengivali

Esistono due tipi principali di malattie parodontali:

  • Gingivitis è una malattia gengivale precoce. Colpisce la linea in cui le gengive toccano i denti e di solito producono sintomi lievi (come gomme rosse e gonfie che sanguinano quando si sfiorano). L’igiene orale diligente può fermarlo nelle sue tracce. “La gengivite è facilmente reversibile”, afferma il dott. Foyle. “È curabile senza alcun danno duraturo a condizione che tu lo catturi abbastanza presto.”
  • parodontite è ciò che accade se la gengivite non viene trattata. La placca si diffonde sotto la linea gengivale e le gengive iniziano a staccarsi dai denti, creando tasche. Queste tasche ospitano più batteri. L’infezione cresce e scava più a fondo nel tessuto gengivale. Alla fine, può raggiungere la mascella, che quindi non può più ancorare i denti. La forma più grave di malattia gengivale è la parodontite cronica, secondo l’Università dell’Illinois Chicago College of Dentistry (UIC).

Alcuni esperti si riferiscono anche a quattro fasi delle malattie gengivali: “iniziale”, “precoce”, “stabilito” e “avanzato”. Questo si basa su una revisione scientifica seminale nel marzo 1976 in Laboratory Investigation .

Mentre la ricerca è ancora in corso, la parodontite cronica è stata legata a un rischio più elevato di diabete, malattie polmonari, malattie cardiache, artrite reumatoide e ictus.

Leggi anche  Se usi il filo interdentale dopo esserti lavato, lo stai facendo male

Cosa causa la malattia gengivale?

Diversi fattori possono contribuire all’accumulo di placca e tartaro che porta a malattie gengivali. Il principale tra questi è fumare o usare altre forme di tabacco.

Secondo il CDC, i fumatori hanno il doppio delle probabilità di sviluppare malattie gengivali rispetto ai non fumatori. Non solo i fumatori producono più placca, ma l’abitudine riduce anche la quantità di ossigeno disponibile nel flusso sanguigno per aiutare le gengive danneggiate a guarire, secondo la Fondazione per la salute orale. La mancanza di flusso di sangue può anche mascherare i primi sintomi di sanguinamento, secondo UIC.

Altri fattori di rischio includono:

  • Scarsa igiene orale
  • Denti storti, che sono più difficili da pulire
  • Storia familiare di malattia gengivale
  • Cambiare gli ormoni durante la gravidanza
  • Diabete
  • Obesità
  • Alcuni farmaci, come steroidi, contraccettivi orali e bloccanti dei canali del calcio (usati per abbassare la pressione sanguigna)
  • Una dieta ad alto livello di zucchero alto
  • Apnea ostruttiva del sonno
  • HIV/AIDS, leucemia e altre condizioni che compromettono il sistema immunitario
  • Fatica
  • Troppo alcol
  • Otturazioni difettose o ponti che non si adattano bene
  • Macinare i denti (bruxismo)

Sintomi di malattia gengivale

La malattia gengivale della fase iniziale (gengivite) potrebbe non avere affatto segnali di avvertimento, secondo l’American Academy of Parilontology.

Quando compaiono i sintomi della malattia gengivale, possono includere:

  • Gengive che sanguinavano quando si lavano, si muovono o mangiano cibi rigidi
  • Gengive rosse e doloranti
  • Bisth Bisth in corso (dai gas rilasciati dai batteri)
  • Gengive sfuggenti
  • Denti che sono sciolti o che si separano l’uno dall’altro
  • Cambia il modo in cui i denti o le protesi si adattano quando mordi
  • Mal di denti
  • Gengive rosso o violaceo
  • Piaghe o pus in bocca
  • Denti sensibili

Come viene diagnosticata la malattia gengivale?

La malattia gengivale viene generalmente diagnosticata da un dentista. Prenderanno la tua storia medica, chiederanno sintomi e scopriranno se hai fattori di rischio come il diabete, il fumo o una storia familiare della condizione.

Il dentista può anche misurare lo spazio tra le gengive e i denti con un piccolo sovrano chiamato sonda. Ciò indicherà se si dispone di tasche in cui i batteri potrebbero essere riprodutti. Una tasca normale è di solito profonda da 1 a 3 millimetri. Qualunque cosa più profonda di 4 millimetri può segnalare la parodontite, secondo la Mayo Clinic.

Si possono inoltre prendere i raggi X per verificare la perdita ossea. Se hai la parodontite, il tuo dentista può mettere in scena la gravità. Possono anche indirizzarti a un parodontista, uno specialista che tratta la malattia gengivale, afferma Alice G. Boghosian, DDS, un dentista a Glenview, Illinois e consulente di consumo per l’ADA.

Leggi anche  Cosa puoi e non puoi mangiare dopo la rimozione dei denti della saggezza per garantire la guarigione

Trattamenti per la malattia gengivale

Solo il tuo dentista può dire con certezza se hai una malattia gengivale, motivo per cui è così importante ricevere controlli regolari (anche se hai l’ansia dentale). Il trattamento con malattia gengivale dipende da quanto è progredita la malattia. La malattia gengivale in fase iniziale (gengivite) è facilmente curata con la spazzolatura e il filo interdentale regolari combinati con i controlli.

I trattamenti non chirurgici per trattare la parodontite più avanzata includono:

  • Antibiotici: Il risciacquo, i gel o le pillole possono aiutare a combattere le infezioni batteriche.
  • Ridimensionamento o piallatura delle radici: Il dentista utilizza strumenti diversi per rimuovere la placca e il tartaro dai denti e dalle gengive.
  • terapia laser: Una frequenza specifica di luce viene utilizzata per sradicare i batteri che causano malattie gengivali.

I trattamenti chirurgici per la parodontite possono includere:

  • Riduzione tascabile o chirurgia del lembo: Il dentista apri i lembi di una tasca per pulire meglio, quindi li cuce insieme, spesso in una nuova posizione.
  • Rigenerazione dei tessuti: Queste tecniche stimolano la crescita del nuovo tessuto gengivale.
  • innesti dei tessuti molli: Il dentista rimuove il tessuto da un’altra fonte (come il tetto della bocca) e lo usa per sostenere le aree in cui la gomma si sta ritirando.
  • innesti ossei: Ciò accade solo quando le ossa vengono distrutte. Il dentista usa pezzi di osso donato o sintetico o osso da altre parti del corpo, per tenere i denti in posizione.
  • Rigenerazione ossea: Questa nuova tecnologia stimola l’osso a ricrescere, secondo la Fondazione per la salute orale.
  • Impianti dentali: Gli impianti sono denti sintetici per sostituire quelli che hai perso.

Indipendentemente dal trattamento che ricevi, dovrai comunque prenderti cura dei denti a casa e prendere provvedimenti per ridurre i fattori di rischio, come smettere di fumare, ridurre l’alcol e lo stress e limitare gli alimenti e le bevande ad alto contenuto di zuccheri.

È possibile prevenire la malattia gengivale?

“La migliore prevenzione per la malattia gengivale è visitare regolarmente il dentista, spazzolare due volte al giorno e filare una volta al giorno”, afferma il dott. Boghosian.

Spazzolatura

L’ADA consiglia di sfiorare due volte al giorno per due minuti ogni volta. Perché due minuti? “Un pennello veloce non rimuoverà la targa”, osserva il dottor Foyle.

Trova uno spazzolino da denti con setole arrotondate relativamente morbide, quindi non fa sì che le gengive si ritirino ulteriormente, aggiunge. Ricorda di sostituirlo ogni tre o quattro mesi.

Il miglior dentifricio per la malattia gengivale (e le cavità) è uno che contiene fluoro.

Filo interdentale

Uno spazzolino può raggiungere solo la parte superiore, la parte anteriore e posteriore dei denti. Non può andare tra i denti.

Leggi anche  Gorte pruriginose? Ecco cosa sta cercando di dirti il ​​tuo corpo

“Per rimuovere efficacemente la placca tra i denti, devi usare il filo interdentale o un detergente interdentale [come una scelta o un” filo d’acqua “] di qualche tipo”, afferma il dott. Boghosian. “È fondamentale.”

Fallo una volta al giorno.

Mancia

Per i migliori risultati, il filo interdentale prima di spazzolare. Questo allenta le particelle di cibo e altri gunk tra i denti in modo che possano essere spazzati via dallo spazzolino da denti.

Visita il tuo dentista

I controlli dovrebbero aver luogo ogni 6-12 mesi, raccomanda la Mayo Clinic. Questo non solo rileverà cavità e malattie gengivali, ma può anche fornire una finestra su altri aspetti della tua salute.

“La salute orale è collegata alla salute sistemica generale”, afferma il dott. Boghosian.

In un caso, le gengive magenta anormalmente luminose di un paziente hanno portato a una diagnosi e un trattamento per la malattia epatica. Un altro dei pazienti del Dr. Boghosian non è stato in grado di controllare i suoi livelli di zucchero nel sangue fino a quando la sua parodontite non è stata trattata.

Che dire del collutorio e del perossido di idrogeno?

Non esiste un ruolo chiaro per il collutorio o il perossido di idrogeno nel mantenimento della salute orale. Il perossido di idrogeno può aiutare la gengivite mediante batteri e placca ossigenanti (distruggenti), secondo uno studio di maggio-giugno 2016 nel Journal of International Society of Preventive & Community Dentistry . “Funziona un po ‘, ma non è una cura”, afferma il dott. Foyle.

Il collutorio può sciacquare alcuni batteri e far sentire la bocca più pulita, aggiunge.

Lettura correlata

5 errori del collutorio da evitare per una migliore salute orale

Linea di fondo

La malattia gengivale è causata quando la placca composta da batteri si accumula sui denti. Se non viene rimosso, può distruggere sia le gengive e le ossa.

La malattia delle gengive precoci è chiamata gengivite e può essere curata con una buona igiene orale. La malattia gengivale o la parodontite più avanzate possono essere trattate ma non curate.

Il modo migliore per prevenire le malattie gengivali è spazzolare regolarmente e fare il filo interdentale e assicurarsi di mantenere gli appuntamenti con il dentista.

Vedi un dentista se hai gengive sanguinanti, gonfie o dolorose. Cerca l’aiuto di emergenza se i denti iniziano a cadere o se noti piaghe o grumi dentro o intorno alla bocca.

6 cose che i dentisti fanno ogni giorno per proteggere i denti

Byjessica migala

Gorte pruriginose? Ecco cosa sta cercando di dirti il ​​tuo corpo

Bymarygrace Taylor

Perché la tua salute orale diminuisce con l’età e cosa puoi fare al riguardo

Byjaime Osnata

Cosa causa i depositi di calcio sui denti e come prevenirli

Bymaria Masters

Annuncio

I 17 migliori esercizi da fare invece di push-up

Gli esercizi della parte superiore del corpo e del core-come assi e presse toraciche-sono...

Il 5 miglior yoga si pone per il reflusso...

Alcune pose yoga - come la posa del triangolo girevole o la svolta spinale...

27 deliziose ricette di formaggio ricche di proteine

Le ricette con formaggio sono spesso ricche di proteine ​​e calcio. Credito di immagini:...

214 Statistiche del cancro alla prostata che dovresti sapere

I tassi di cancro alla prostata sono più alti tra i neri assegnati al...

8 alimenti che ti fanno sudare, secondo un dietista

Anche il caffè ghiacciato è considerato un alimento che induce il sudore. Credito di...

Qual è la differenza tra un attacco d’ansia e...

Respirare profondamente può aiutarti a gestire i sintomi di un attacco di panico in...