More

    L-lisina e noci

    -

    La L-lisina è un amminoacido essenziale coinvolto nella produzione di collagene per la crescita ossea e la guarigione delle ferite; la scomposizione dei grassi in energia; e l’assorbimento del calcio. Sebbene quasi tutti gli alimenti che contengono proteine ​​contengano anche l-lisina, le noci presentano livelli relativamente bassi. Nel numero di novembre 2006 del “British Journal of Nutrition”, un team di ricercatori guidato dalla nutrizionista Gemma Brufau, Ph.D. descrivere in che modo il contenuto di l-lisina delle noci è correlato al rischio di malattie cardiovascolari e di altro tipo.

    Una ciotola di arachidi tostate nel loro guscio. Credito immagine: Robert Gubbins / iStock / Getty Images

    Funzione di L-lisina e L-arginina

    Secondo il Dr. Brufau, gli scienziati considerano il contenuto di l-lisina nelle noci e in altri alimenti in termini di rapporto con un altro amminoacido, l-arginina. L-arginina svolge un ruolo nella dilatazione dei vasi sanguigni, nella produzione dell’ormone della crescita, nella funzione del sistema immunitario e nel mantenimento dell’equilibrio del pH. L-lisina e l-arginina competono tra loro per assorbimento e generalmente esercitano effetti opposti all’interno del corpo. Le noci sono tra i pochi alimenti che contengono elevate quantità di l-arginina e basse quantità di l-lisina.

    Significato per la salute

    L’alto rapporto tra l-arginina e l-lisina significa che le noci sono una buona scelta per le persone con problemi medici che coinvolgono il cuore o i vasi sanguigni, come insufficienza cardiaca congestizia, dolore toracico, pressione sanguigna elevata, malattia coronarica, malattia vascolare periferica, demenza vascolare e disfunzione erettile. Al contrario, la raccomandazione opposta – una dieta che evita le noci e promuove cibi ricchi di L-lisina e povera di arginina – è diventata una raccomandazione popolare per le persone con herpes. Nell’edizione del 2007 di “Medicina Integrativa”, il professor David Rakel, M.D. dell’Università del Wisconsin, spiega che gli studi in provetta dimostrano che l’arginina promuove la crescita del virus che causa l’herpes. Tuttavia, Rakel avverte, “gli studi clinici mostrano risultati contrastanti”.

    Leggi anche  Questo è il momento migliore per bere un frullato proteico, secondo i dietisti

    Tipi di noci

    Brafau afferma che entrambe le noci – come mandorle, noci, pistacchi e macadamie e noci – come le arachidi, mostrano alti rapporti di l-arginina e l-lisina. Tuttavia, ci sono variazioni tra i diversi tipi di noci. Ad esempio, le noci di macadamia si classificano tra tutte le noci con un rapporto da 78 a 1. Al contrario, i pistacchi offrono il rapporto più basso da 1,8 a 1. Altre noci popolari in ordine decrescente includono: Noci 5,4 a 1, Nocciole 5,3 a 1, pinoli 4.5 a 1, noci brasiliane 4.4 a 1, mandorle 4.2 a 1, noci pecan 4.1 a 1, arachidi 3.3 a 1 e anacardi 2.3 a 1.

    Come confrontare le noci

    Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti assegna noci allo stesso gruppo alimentare di carne, pollame, pesce, fagioli secchi e uova. Noci e fagioli secchi presentano entrambi alti rapporti tra l-arginina e l-lisina mentre pesce, carne, pollame seguono lo schema opposto. Le uova sono equamente bilanciate con un rapporto di 1: 1 tra l-arginina e l-lisina. L’USDA raccomanda di scegliere le noci “frequentemente” per bilanciare le scelte più popolari di carne e pollame. Poiché le noci sono ad alto contenuto calorico, una porzione da 1,5 once di noci – circa un terzo di tazza – sostituisce una porzione da 3 a 5 once di carne o pollame.

    Punti da considerare

    I benefici per la salute delle noci non possono essere attribuiti esclusivamente ai loro livelli relativamente bassi di lisina. Oltre a offrire un elevato rapporto tra l-arginina e l-lisina, le noci contengono altri nutrienti come grassi monoinsaturi, fibre alimentari e vitamina E che contribuiscono anche alla salute del cuore e dei vasi sanguigni. Sebbene le noci siano ad alto contenuto di grassi e calorie, le persone che le mangiano hanno colesterolo, zucchero nel sangue e peso corporeo più bassi rispetto a quelli che non lo fanno.

    Leggi anche  Benefici nutrizionali dei biscotti allo zenzero