More

    Tecnica Sprint da 300 metri

    -

    Lo sprint di 300 metri richiede fibre a contrazione rapida e un alto livello di resistenza alla velocità. Mesi e anni di dieta e allenamento avranno un grande impatto sulle prestazioni dello sprint di 300 metri. Una tecnica corretta è essenziale anche per un corridore di 300 metri. Una tecnica adeguata può farti risparmiare secondi e trasformarti da un buon corridore di 300 metri. Il modo migliore per sviluppare la tua tecnica di corsa consiste nell’investire tempo in pratiche focalizzate sotto la guida di un allenatore di pista.

    Un giovane si sta preparando a correre su una pista.Credito immagine: Jacob Ammentorp Lund / iStock / Getty Images

    Passo 1

    Sviluppa una routine pre-avvio. Una routine regolare può darti un livello di comfort e ti consente anche di liberare la mente prima dello sprint di 300 metri. Il sito web completo di atletica leggera spiega che il vincitore della medaglia d’oro olimpica Michael Johnson si riferiva al suo regime pre-partenza come entrare nella “zona di pericolo”, una mentalità di punta in cui non si concentrava altro che vincere la gara. Termina la tua routine con i salti di rimbalzo o un altro movimento esplosivo di delimitazione. Questo ti prepara ad esplodere fuori dai blocchi.

    Passo 2

    Perfeziona la tua posizione e tecnica nei blocchi di partenza. Guadagnare anche solo una frazione di secondo all’inizio della gara può fare la differenza tra vincere e il secondo posto. Le dita dei piedi e la palla del piede devono essere in contatto con la pista e i talloni si sono piantati saldamente sui blocchi di partenza per spingere in avanti sulla pistola del motorino di avviamento. Posiziona i pollici direttamente sotto le spalle e tieni il corpo in alto con le braccia dritte mentre ti inclini leggermente in avanti. Metti un ginocchio a terra, prima di toglierlo dal comando impostato.

    Leggi anche  Come costruire i muscoli all'età di 70 anni

    Passaggio 3

    Prova a esplodere fuori dai blocchi e correre i primi 20 metri alla massima velocità. Chiedi a un allenatore di pista di darti un feedback sulla tua tecnica uscendo dai blocchi e raggiungendo la massima velocità il prima possibile. La ripetizione aiuterà il tempo di reazione e la capacità di raggiungere la massima velocità. Fai allenare il tuo allenatore in pista nei primi 20 metri, annota i tuoi tempi dopo ogni sessione e gareggia contro te stesso per essere sempre più veloce.

    Passaggio 4

    Inclinati leggermente in avanti e adotta una posizione eretta quando raggiungi la massima velocità. Tieni la testa alta e gli occhi concentrati in avanti. Fai passi da gigante con il peso corporeo che atterra sulle zampe dei piedi. Il sito Web Sports Fitness Advisor dice che dovresti mantenere le spalle ferme, le braccia flesse ad angoli di 90 gradi e far oscillare le braccia per un ulteriore slancio.

    Passaggio 5

    Termina fortemente immergendo la testa e protendendoti in avanti con i tuoi ultimi passi mentre attraversi il traguardo. L’allenamento ripetuto è il modo migliore per migliorare le tue capacità di finitura sotto la guida di un allenatore. Essere in grado di immergersi e raggiungere senza rallentare può farti perdere una frazione di secondo del tuo tempo, che potrebbe fare la differenza durante una gara ravvicinata.

    Mancia

    Sviluppa il tuo piano per la gara e mantienilo, qualunque cosa facciano gli altri corridori. Se, ad esempio, il tuo piano ti richiede di camminare in mezzo ai 100 metri, non farti prendere dal panico se un altro corridore ti passa durante quel segmento.

    avvertimento

    Non essere troppo ansioso all’inizio. A seconda delle regole del tuo livello di atletica leggera, una falsa partenza può squalificarti da una gara.

    Leggi anche  I movimenti che coinvolgono i deltoidi anteriori