More

    La tua guida ai vari tipi di tutori per le gambe

    -

    Basta una rapida ricerca su Internet o una passeggiata in una farmacia per capire quanti tipi diversi di tutori per le gambe (tecnicamente chiamati ortesi per gli arti inferiori) sono disponibili.

    Come fai a sapere quale tutore per le gambe è giusto per te? Parla con il tuo medico per decidere.Credito immagine: LightFieldStudios / iStock / GettyImages

    Dalle opzioni morbide a basso profilo alle bretelle realizzate in materiale più voluminoso e rigido, può essere difficile sapere quale tipo è giusto per te. Con un po ‘di conoscenza e guida di base da parte del medico, tuttavia, un tutore per le gambe può essere utilizzato per aiutare in un’ampia varietà di condizioni.

    Che cos’è un tutore per le gambe?

    Mentre ci sono molti tipi diversi, in generale un tutore per le gambe è definito come qualsiasi dispositivo esterno che supporta, stabilizza, scarica, comprime o protegge semplicemente un’area della metà inferiore del corpo.

    In genere, le parentesi graffe vengono indossate su un’articolazione della gamba come l’anca, il ginocchio o la caviglia. Mentre alcune varietà di tutori sono disponibili per l’acquisto da banco, altri tipi richiedono una prescrizione del medico e possono essere più personalizzati per adattarsi al tipo di corpo o lesioni specifiche.

    Quando hai bisogno di un tutore per le gambe?

    Proprio come ci sono una varietà di parentesi graffe disponibili, ci sono anche molte ragioni diverse per averne bisogno. Le persone che hanno subito un infortunio ai muscoli, ai legamenti o alle ossa potrebbero aver bisogno di usare un tutore per le gambe per aiutare a controllare il loro movimento e stabilizzare l’articolazione precedentemente ferita.

    A quelli con un infortunio più acuto o sottoposti a intervento chirurgico può essere prescritto un tutore che è più protettivo o che limita temporaneamente la quantità di movimento nella gamba. O in altri casi, le persone con degenerazione o lesioni alle articolazioni possono scegliere di indossare un tutore per le gambe che diminuisce la quantità di pressione esercitata attraverso l’articolazione nel tentativo di ridurre il dolore quotidiano.

    Leggi anche  Protocollo di riabilitazione della laminectomia lombare

    Le maniche in neoprene morbido vengono talvolta utilizzate anche per fornire compressione e calore a un’area nel tentativo di controllare il dolore e il gonfiore. Infine, alcune persone con disabilità neurologiche o fisiche più complesse possono richiedere rinforzi specifici e personalizzati per massimizzare la loro funzione generale.

    Quale parentesi dovrei usare?

    Avere una conoscenza approfondita delle tue condizioni mediche ti aiuterà a determinare quale tipo di tutore per le gambe è giusto per te. Ciò è particolarmente importante dopo un intervento chirurgico o un infortunio. Nella maggior parte dei casi, il medico o il fisioterapista saranno in grado di guidarti verso il dispositivo adeguato.

    Tipi di bretelle

    Gli individui con artrite ai fianchi potrebbero voler provare un tutore per le gambe scaricatore, progettato per ridurre la quantità di pressione sull’articolazione degenerata. E secondo un piccolo studio del 2016 pubblicato su Prosthetics and Orthotics International, è utile per alleviare il dolore nelle persone con questa condizione.

    Allo stesso modo, le persone con impingement dell’anca (noto anche come impingement femorale-acetabolare o FAI) possono provare a indossare un tutore SERF (stabilità attraverso la rotazione esterna del femore), che tenta di limitare il movimento causando impingement o pizzicamento nell’articolazione. Ci sono ancora domande, tuttavia, se questo tipo di ortesi riduce effettivamente il dolore.

    Infine, i chirurghi dopo le operazioni sull’articolazione dell’anca prescrivono spesso tutori personalizzati che limitano il movimento in una varietà di direzioni diverse.

    Leggi di più: 7 allungamenti dinamici per migliorare la mobilità dell’anca

    Tipi di ginocchiere

    Proprio come l’anca, ci sono anche bretelle di scarico per l’articolazione del ginocchio. Questo tipo di dispositivo ha lo scopo di spostare la pressione dall’interno del ginocchio verso l’esterno nel tentativo di ridurre la pressione sull’area del ginocchio che spesso contiene più artrite.

    Leggi anche  Crampi alla caffeina e ai muscoli

    Secondo una meta-analisi del 2014 in Cura e ricerca dell’artrite, l’uso di questo tipo di ortesi ha portato a miglioramenti del dolore da piccoli a moderati nei pazienti con artrosi.

    Inoltre, le persone che subiscono un infortunio ai legamenti o ai muscoli del ginocchio e che sono sottoposte a una riparazione chirurgica possono essere messe successivamente in una ginocchiera metallica. Questo tipo di tutore per le gambe fornisce stabilità al tessuto leso quando torni ad attività come la corsa e l’esercizio.

    Inoltre limita spesso la quantità di movimento consentita all’articolazione. Secondo le linee guida per la pratica clinica del 2017 pubblicate sul Journal of Orthopaedic and Sports Physical Therapy, ci sono ancora prove contrastanti sull’efficacia del rinforzo dopo una lesione o un intervento chirurgico al legamento del ginocchio.

    Leggi di più: Ginocchia male? Prova questi 14 esercizi di rafforzamento del ginocchio

    Tipi di cavigliere

    Quando si tratta di bretelle alla caviglia, le opzioni vanno da bretelle più morbide e stringate a bretelle più rigide con cerniere in metallo. Secondo una revisione sistematica e una meta-analisi del 2018 in Medicina sportiva, questi dispositivi sono utili nel ridurre la probabilità che una persona si ferisca nuovamente alla caviglia dopo una distorsione iniziale. L’esecuzione di esercizi regolari di equilibrio e caviglia aiuterà anche a prevenire una distorsione.

    Per aggiungere a ciò, ci sono alcune prove che gli atleti che indossano un tutore hanno fatto ridurre preventivamente le loro possibilità di slogarsi una caviglia. Non sembra importare quale tipo di tutore viene indossato, quindi potresti essere in grado di selezionare quello che ti sembra più comodo.

    Maniche in neoprene

    Sebbene non tecnicamente un tutore, le maniche più morbide in neoprene sono anche ampiamente disponibili per le articolazioni delle gambe e talvolta utilizzate per controllare il gonfiore e il dolore del ginocchio. Mentre questo tipo di ortesi è di solito tra i più economici, i suoi benefici non sono definitivamente dimostrati.

    Leggi anche  Indolenzimento post-allenamento pericoloso

    Secondo una recensione del 2017 pubblicata su Giornale di terapia fisica nello sport, le maniche del ginocchio possono aiutare a migliorare l’equilibrio e la funzione generale nei pazienti con lesioni ai legamenti e possono anche migliorare il percorso di camminata di quelli con artrite al ginocchio.

    Leggi di più: 13 esercizi per aiutarti a recuperare da un infortunio

    Per quanto tempo lo indosso?

    Ancora una volta, la quantità di tempo che indossi un tutore per le gambe varia. Per prevenire distorsioni o lesioni alla caviglia, un tutore può essere indossato ogni volta che stai facendo qualcosa di più attivo o atletico.

    Nel caso di un tutore di scarico per il ginocchio o l’anca, tuttavia, indossare il tutore ogni volta che si è in piedi può essere il modo migliore per ridurre il dolore.

    A seguito di un infortunio o un intervento chirurgico, tuttavia, il miglior consiglio è di parlare con il medico. Poiché il protocollo di ogni medico varia, possono darti la migliore guida su quanto a lungo tenere il tutore per le gambe.