More

    Effetti collaterali e benefici del curry in polvere

    -

    Il curry in polvere è un ingrediente essenziale nei piatti al curry ed è tipicamente composto da una miscela di spezie tra cui curcuma, cumino, coriandolo, fieno greco e peperoncino. Credito immagine: aga7ta / iStock / GettyImages

    Il curry in polvere è un ingrediente essenziale nei piatti al curry ed è tipicamente composto da una miscela di spezie tra cui curcuma, cumino, coriandolo, fieno greco e peperoncino. La nutrizione del curry in polvere può essere determinata analizzando questi ingredienti, alcuni dei quali – in particolare la curcuma – hanno benefici per la salute.

    Troverai curry onnipresenti nella cucina dell’India orientale. Curry si presenta anche in altri paesi come Francia, Tailandia, Giappone, Giamaica e Marocco (ognuno con il proprio approccio unico). Ma c’è di più nel curry della polvere di curry commerciale, poiché le miscele possono variare nelle spezie utilizzate. Inoltre, puoi trovare semi di senape, cannella, cardamomo, chiodi di garofano, noce moscata, grani di pepe e foglie di alloro in una miscela di curry. Le polveri di curry possono variare da lievi a calde.

    Leggi di più: 8 ricette di Curry Bowl che riscalderanno la tua anima

    Effetti collaterali del curry in polvere

    Mentre gli aspetti positivi della polvere di curry e dei suoi componenti sono più noti, ci sono alcuni effetti collaterali della polvere di curry che originerebbero principalmente dalla polvere di curcuma. Il National Institutes of Health rileva che la curcuma è generalmente considerata sicura, ma potenzialmente potrebbe creare problemi se assunta in grandi dosi.

    Ad esempio, una recensione pubblicata da Diario degli alimenti nell’ottobre 2017 è emerso che alcuni soggetti che hanno ingerito quantità molto elevate di curcuma hanno manifestato diarrea, mal di testa ed eruzioni cutanee. Alcuni altri che hanno assunto alte dosi di curcumina per diversi mesi hanno riferito di nausea e diarrea.

    Leggi anche  Come smettere di bere Coca-Cola

    Il Memorial Sloan Kettering Cancer Center consiglia di non assumere la curcuma se:

    • Stai assumendo warfarin o altri fluidificanti del sangue. La curcuma può aumentare il rischio di sanguinamento.
    • Stai assumendo farmaci chemioterapici. La curcuma inibisce l’azione di questi farmaci contro le cellule del cancro al seno negli esperimenti di laboratorio.
    • Stai prendendo tacrolimus, un immunosoppressore. Gli integratori di curcumina aumentano i livelli plasmatici di tacrolimus e possono aumentare gli effetti collaterali.
    • Hai problemi gastrointestinali o hai un rischio maggiore di calcoli renali. I pazienti devono consultare il proprio medico prima di assumere molta curcuma.

    Benefici per la salute del curry in polvere

    L’American Heart Association (AHA) si concentra su un vantaggio della nutrizione in polvere di curry come mezzo per aggiungere sapore ai pasti senza aggiungere troppo sale – il che significa che è abbastanza saporito da poter abbassare o eliminare del tutto il sale in un piatto. L’AHA raccomanda che un “livello moderato di sodio” nell’approvvigionamento alimentare possa ridurre notevolmente il rischio di malattie cardiache e ictus, due principali cause di morte nel mondo.

    Inoltre, i singoli ingredienti del curry hanno specifici benefici per la salute. La polvere di curcuma nella medicina tradizionale è stata ben consolidata, con vari usi medicinali tra cui come impiastro per i muscoli doloranti, in una bevanda data alle donne dopo il parto e come una pasta per aiutare con la guarigione delle ferite.

    Leggi di più: Qual è la differenza tra curry e curcuma?

    Alimenti ha inoltre descritto in dettaglio gli effetti antiossidanti e antinfiammatori della curcumina, un principio attivo presente nella polvere di curcuma che viene studiato per le sue proprietà antinfiammatorie e antiossidanti e gli effetti sul trattamento di un’ampia varietà di malattie. Se combinato con piperina, ingrediente attivo nel pepe nero, la biodisponibilità della curcumina aumenta del 2000 percento. Il pepe nero si trova in alcune miscele di polvere di curry.

    Leggi anche  20 alimenti ad alto contenuto di fruttosio (che non sono solo frutta e verdura)

    Il fieno greco ha anche presunti benefici per la salute, incluso l’uso come integratore alimentare per il diabete, per stimolare la produzione di latte durante l’allattamento e topicamente come medicazione per ferite o eczema, sebbene queste affermazioni non siano ancora state clinicamente provate. Il coriandolo contiene proprietà benefiche, tra cui un po ‘di vitamina B1 (tiamina), vitamina B2 (riboflavina), vitamina B3 (niacina), vitamina B5, vitamina B6, vitamina B9 (acido folico / folico), vitamina E, vitamina K, calcio, rame, ferro, magnesio, manganese, fosforo e zinco potassio, nonché fibre alimentari.

    Il curry contiene anche peperoncino in polvere. Questo ingrediente è derivato dal peperoncino, che include una buona gamma di vitamine, minerali, sostanze fitochimiche e fibre alimentari. I peperoncini possono anche svolgere un ruolo nel ridurre le carenze di micronutrienti umani, secondo un articolo pubblicato nell’ottobre 2018 in Scienza dell’alimentazione e nutrizione.