More

    Amido e digestione

    -

    L’amido è la principale forma di carboidrati dietetici e digeribili. Il processo di digestione comporta la scomposizione di una molecola complessa nella forma più semplice che il corpo può usare. Una volta che la molecola di amido viene scomposta, l’intestino tenue la trasferisce nel flusso sanguigno, dove viene trasferita alle cellule che ne hanno bisogno. La digestione dell’amido è un processo in più fasi che inizia in bocca.

    Il tuo corpo trasforma il pane in glucosio, che forma energia.Credito: Ingram Publishing / Ingram Publishing / Getty Images

    Abbattersi

    L’obiettivo della digestione è la scomposizione dei nutrienti nella loro forma più semplice e utilizzabile dal corpo. L’amido è la forma di conservazione del glucosio all’interno della materia vegetale. È un polisaccaride, una molecola composta da molte semplici molecole di zucchero, chiamate monosaccaridi, collegate tra loro. Durante la digestione, il corpo deve scomporre i polisaccaridi in una forma che può assorbire. Le tre forme assorbibili di nutrienti che l’amido può fornire sono glucosio, fruttosio e galattosio.

    Bocca e stomaco

    La bocca fa due cose per la digestione. Comincia a schiacciare il cibo, il che aiuta a esporre i macronutrienti. Inoltre, le ghiandole salivari secernono un enzima noto come amilasi salivare. Questo enzima inizia la degradazione degli amidi. Quando deglutisci, il cibo passa attraverso l’esofago e nello stomaco. L’acidità dello stomaco estingue rapidamente il lavoro dell’amilasi salivare all’esterno della massa alimentare. Tuttavia, l’amilasi che si trova all’interno del cibo nello stomaco è protetta dalle secrezioni dello stomaco e continua a funzionare. L’amilasi salivare continua a lavorare per una o due ore mentre è protetta dall’acido dello stomaco.

    Intestino tenue

    L’intestino tenue è il punto in cui la digestione dell’amido inizia ad agire. Il bordo a spazzola dell’intestino tenue rilascia la destrinasi e la glucoamilasi, che scindono lentamente polisaccaridi, catene di polimeri saccaridici, in oligosaccaridi. L’amilasi pancreatica lavora per abbattere ulteriormente gli oligosaccaridi, che sono catene di monosaccaridi contenenti più di due saccaridi. Infine, gli oligosaccaridi vengono scomposti in disaccaridi o due monosaccaridi, quindi ulteriormente in monosaccaridi, la forma più semplice di un carboidrato. La maltasi, un altro enzima del bordo del pennello, scompone il maltosio in glucosio. Il pancreas secerne molti enzimi nell’intestino tenue che lavorano tutti insieme per abbattere le molecole di amido. Altri enzimi pancreatici includono sucrasi e lattasi, che scindono saccarosio e lattosio, due disaccaridi.

    Leggi anche  Perché i probiotici sono così cruciali per la tua salute e come ottenerne di più

    Assorbimento

    L’assorbimento di glucosio, fruttosio e galattosio – i prodotti della digestione dell’amido – inizia con il movimento nelle cellule assorbenti dell’intestino tenue. Il glucosio e il galattosio vengono spostati in queste cellule tramite il meccanismo di trasporto facilitato SGLT, che utilizza sodio. Il fruttosio viene trasportato attraverso un altro meccanismo, GLUT5. GLUT2 sposta tutte le molecole dalla cellula e nel flusso sanguigno, dove il corpo può finalmente trarre vantaggio da questi nutrienti.