Un elenco di antidepressivi che non causano vertigini

Le vertigini non sono le stesse di vertigini o vertigini. È “una sensazione di movimento o di rotazione … spesso descritta come vertigini”, secondo la National Library of Medicine degli Stati Uniti. Una causa di vertigine è l’ototossicità – avvelenamento dell’orecchio – che può provocare danni permanenti o temporanei all’orecchio interno o al nervo acustico. Secondo Timothy C. Hain, M.D., professore di Otorinolaringoiatria presso la Northwestern University Medical School, molti antidepressivi possono compromettere l’equilibrio “, ma il meccanismo di questo effetto è incerto e probabilmente non dovuto all’ototossicità”. Gli antidepressivi da prescrizione possono causare o esacerbare l’acufene, ma pochi scateneranno vertigini.

Dottore che scrive una prescrizione Credito: Wavebreakmedia Ltd / Wavebreak Media / Getty Images

Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina o SSRI

Inibitori selettivi del reuptake della serotonina come escitalopram o Lexapro; citalopram o Celexa; e fluoxetina, o Prozac, non causano vertigini. Tuttavia, alcuni antidepressivi SSRI possono compromettere l’equilibrio o provocare vertigini e altri possono causare l’acufene. Nel suo articolo, “I farmaci ototossici possono causare l’acufene”, l’esperto di acufene Barry Keate, afferma che “entrambi gli antidepressivi SSRI, sia quelli più vecchi, sia quelli triciclici, hanno questa capacità”. The Physician’s Desk Reference elenca Celexa, Luvox, Paxil, Prozac e Zoloft come antidepressivi SSRI che possono causare l’acufene.

L’interruzione improvvisa di un SSRI può causare gravi sintomi di sospensione, incluso vertigini. Sebbene la paroxetina e la fluvoxamina causino più sintomi di sospensione rispetto alla sertralina, alla fluoxetina e al citalopram, questi SSRI in realtà non causano vertigini. “I sintomi di sospensione sono stati riportati meno spesso per la sertralina”, secondo un articolo dello psichiatra del Massachusetts Mental Health Center, Kara E. Ditto, M.D., M.P.H. Tuttavia, una monografia di droga pubblicata su Internet Mental Health, avverte che le vertigini possono essere un raro effetto collaterale della sertralina, comunemente noto come Zoloft.

Leggi anche  Dosaggio di magnesio per la depressione

Antidepressivi triciclici

Triciclici, che includono amitriptilina o Elavil; imipramina o tofranil; e la nortriptilina, tra gli altri, sono stati usati per trattare la depressione per molti anni. La vertigine non è un effetto collaterale comune o addirittura raro della maggior parte di questi antidepressivi. Clomipramina e amitriptilina sono antidepressivi triciclici che possono causare acufene e vertigini e la desipramina può causare vertigini quando qualcuno si alza bruscamente, ma nessuno di questi farmaci provoca vertigini.

Antidepressivi atipici

I nuovi farmaci per la depressione, chiamati antidepressivi atipici, funzionano in modo diverso rispetto agli SSRI e ai triciclici. Alcuni prendono di mira altri neurotrasmettitori da soli o in aggiunta alla serotonina; le sostanze chimiche del cervello che colpiscono includono noradrenalina e dopamina. Sebbene alcuni di questi antidepressivi elencino le vertigini come effetti collaterali, la maggior parte non causa vertigini. Gli antidepressivi atipici includono la venlafaxina o Effexor; duloxetina o Cymbalta; mirtazapina o Remeron; trazodone o Desyrel; nefazodone o Serzone; e bupropione, o Wellbutrin.

Il bupropione è l’unico antidepressivo atipico che può scatenare vertigini, ma l’insorgenza di questo effetto collaterale è rara. La Federal Drug Administration descrive le vertigini come un raro effetto collaterale del bupropione. Le persone possono anche manifestare sintomi simili a vertigini, come vertigini, perdita di equilibrio e la sensazione che la stanza stia ruotando, durante l’assunzione di bupropione. L’interazione farmacologica tra bupropione e amatadina può anche causare vertigini.

Inibitori delle monoamino ossidasi (IMAO)

Gli inibitori delle monoamino-ossidasi o IMAO furono il primo tipo di antidepressivo da utilizzare e risalgono agli anni ’50. Antidepressivi MAOI come fenelzina o Nardil; tranylcypromine o Parnate; isocarbossazide o Marplan; e selegilina, o Emsam, possono causare molti effetti collaterali, tra cui debolezza, vertigini, mal di testa, tremore, nausea e vertigini, solo per citarne alcuni, ma non causano vertigini.

Leggi anche  Quali sono le cause dell'angina nei primi anni dell'adolescenza?

I 17 migliori esercizi da fare invece di push-up

Gli esercizi della parte superiore del corpo e del core-come assi e presse toraciche-sono...

Il 5 miglior yoga si pone per il reflusso...

Alcune pose yoga - come la posa del triangolo girevole o la svolta spinale...

27 deliziose ricette di formaggio ricche di proteine

Le ricette con formaggio sono spesso ricche di proteine ​​e calcio. Credito di immagini:...

214 Statistiche del cancro alla prostata che dovresti sapere

I tassi di cancro alla prostata sono più alti tra i neri assegnati al...

8 alimenti che ti fanno sudare, secondo un dietista

Anche il caffè ghiacciato è considerato un alimento che induce il sudore. Credito di...

Qual è la differenza tra un attacco d’ansia e...

Respirare profondamente può aiutarti a gestire i sintomi di un attacco di panico in...