More

    Programma di dieta biblica

    -

    Per i cristiani, gli ebrei e gli altri credenti della Bibbia, pianificare i tuoi pasti intorno ai cibi menzionati nel Buon Libro potrebbe portarti un maggiore senso di benessere spirituale oltre a nutrire fisicamente il tuo corpo. Ma un piano alimentare biblico non viene tagliato e asciugato. Il cibo nella Bibbia varia ampiamente, a seconda di quali alimenti erano prontamente disponibili in diversi periodi di tempo.

    La maggior parte dei programmi di dieta biblica incoraggiano il consumo di cibi integrali. Credito immagine: Julia Khusainova / Moment / GettyImages

    All’inizio

    Conosciuto come la dieta della genesi o la dieta dell’alleluia, questo piano di alimentazione biblica si concentra sugli alimenti che Dio diede ad Adamo ed Eva nel Giardino dell’Eden, come raccontato in Genesi 1:29:

    “Ecco, io ti ho dato ogni seme che porta erba, che è sulla faccia di tutta la terra, e ogni albero, in cui è il frutto di un albero che produce seme; per te, sarà per la carne”, afferma il versetto . Questo significa erbe e loro semi, come coriandolo e aneto, nonché frutta, noci, cereali, legumi e altri semi.

    Oggi, le persone che seguono questa dieta per motivi non biblici sono conosciute come fruttariani. I monaci buddisti puristi di solito mangiano solo alimenti che non comportano la morte di un animale o di una pianta, sopravvivendo per molti anni a frutta, noci, erbe e semi.

    Come per quelli che seguono la Dieta della Genesi, studi recenti non mostrano alcuna differenza significativa nella salute tra le abitudini alimentari dei buddisti e quelle della popolazione generale. In effetti, uno studio del 2015 ha scoperto che i sacerdoti buddisti avevano trigliceridi più alti e un uguale rischio di malattia del fegato grasso.

    Una dieta per i sacerdoti

    Il libro biblico di Levitico presenta un elenco di cibi “puliti” e “impuri” per aiutare il suo pubblico di riferimento – i sacerdoti leviti – a mantenere una dieta esemplare degna di servire nel Tempio. I prodotti alimentari proibiti includevano uccelli e animali predatori, così come la maggior parte degli insetti e degli animali che non hanno zoccoli intagliati e masticano un cud.

    Anche la dieta biblica aveva i suoi scopi pratici. Molti degli alimenti che oggi possono causare regolarmente malattie o addirittura la morte sono stati pragmaticamente evitati, tra cui crostacei, carne di maiale e funghi, tra gli altri.

    Nel corso degli anni, mentre quelli che seguivano questo piano alimentare biblico sperimentavano ulteriori evidenti benefici per la salute kosher ed eventualmente halal le leggi per i credenti ebrei e musulmani si sono evolute e sono ancora praticate oggi. I vantaggi includono la carne che supera gli standard stabiliti dalla Food and Drug Administration, come l’esclusione della carne da bovini malati o “malati”.

    Daniel ha mangiato le sue verdure

    Daniel potrebbe essere più famoso per pernottare nella tana dei leoni senza diventare la loro cena, ma anche la sua dieta è degna di nota. In un momento in cui lui e i suoi tre amici che camminavano con il fuoco – Shadrach, Meshach e Abednego – diventarono per la prima volta schiavi babilonesi, rifiutarono tutti le prelibatezze e il vino del re, scegliendo di seguire una dieta di verdure e acqua anziché.

    Leggi anche  Un piano alimentare di 7 giorni ad alto contenuto di fibre per aiutarla a perdere peso

    Alla fine dei 10 giorni, tutti e quattro i giovani furono trovati più sani di quelli che avevano mangiato il cibo del re, e Daniel continuò questa dieta durante il suo allenamento di tre anni. Oggi basato sulla Bibbia Daniel Diet viene utilizzato come digiuno di 21 giorni che include non solo verdure, ma anche legumi, frutta, noci, cereali e semi.

    Sebbene lo studio più recente specifico per la Dieta Daniel sia stato completato nel 2010, studi successivi hanno duplicato i risultati secondo cui alcuni rischi cardiovascolari, come il colesterolo totale, vengono ridotti quando viene seguita una dieta a base di cibi integrali che include alimenti naturali presenti nella Dieta Daniel. Riduzione dell’apporto calorico totale è un fattore cruciale nei risultati dello studio, indipendentemente dal fatto che la carne sia o meno inclusa nel menu.

    Cosa mangerebbe Gesù?

    Non ci sono troppi dettagli sulle abitudini alimentari di Gesù, ma c’è una cosa che sappiamo: ha mangiato e bevuto ciò che era disponibile gratuitamente. “Il Figlio dell’Uomo venne a mangiare e bere e loro dissero: ‘Ecco un ghiottone e un ubriacone'”, rivela Matteo 11:19.

    Gesù cenò con i suoi amici Marta e Maria, peccatori tra cui Matteo l’esattore delle tasse e Farisei. Avrebbe avuto accesso alla tariffa kosher più stravagante del suo tempo, perché funzionari religiosi, esattori delle tasse e molte delle donne seguaci che lo avevano fornito con i propri mezzi erano molto benestanti.

    Resta il fatto che Gesù era un ebreo religioso della sua epoca, limitato dalle leggi dietetiche, e avrebbe avuto accesso a molti alimenti trovati nel primo secolo. In Giovanni 6: 9, ha visto nutrire una moltitudine di 5.000 persone con cinque pagnotte d’orzo e due pesci. In Matteo 21:18, si avvicina a un fico, sperando in uno spuntino veloce. In Luca 6, lui e i suoi discepoli raccolgono grano dai campi.

    In particolare, celebra la Pasqua ebraica con i suoi seguaci, che presenta specifici cibi sacri che includono agnello, uova, erbe amare, un piatto di mele e noci e cibo che rappresenta la primavera. Anche il pane azzimo e il vino sono componenti vitali del Seder pasquale.

    Supercibi nella Bibbia

    La Bibbia è piena di menzioni di cibi che erano comuni a tutte le classi nei tempi antichi ma che sono noti come supercibi oggi. L’aglio è salutato come “penicillina dei poveri” grazie alle sue proprietà antibatteriche, antimicotiche e antivirali. Il miele crudo, il latte di capra, i melograni e i grassi biblici di guarigione, come l’olio d’oliva, sono tutti cibi comunemente salutari propagandati che le persone dell’era biblica davano per scontate.

    Leggi anche  Idee per la colazione per la Fase 1 della Dieta South Beach

    Leggi di più: Segreti di 16 super alimenti strani e popolari

    Erbe curative, Spezia della vita

    La vita in età biblica era tutt’altro che insipida, specialmente quando si trattava di mangiare. La decima delle erbe, come aneto, menta e cumino, al sacerdozio levitico era comune e la gente coltivava queste erbe sui tetti o in altre aree del giardino di casa. Ci sono anche benefici per la salute associati alla maggior parte di queste erbe.

    • Anice: È buono per problemi di digestione, anti-flatulenza e respiratori, inclusa la BPCO.
    • Coriandolo: Conosciuto anche come coriandolo, questa erba fornisce manganese, magnesio e ferro, insieme a vitamina C, vitamina K, proteine ​​e fibre. È antinfiammatorio e può aiutare a gestire i livelli di colesterolo.
    • Cannella: La corteccia di cannella era più preziosa dell’oro nel mondo antico. Oggi è prezioso per la gestione dei livelli di glucosio nel sangue, delle infezioni da lieviti e dei disturbi digestivi come la flatulenza.
    • Cumino: Un ingrediente dal sapore primario nella cucina israeliana, il cumino racchiude nei suoi minuscoli semi fitochimici e proprietà antidiabetiche.
    • Aneto: Contiene un pugno nutriente con vitamine A, C, B6, calcio, acido folico, manganese e ferro in abbondanza. Questo alimento base della cucina mediorientale veniva utilizzato per la digestione, il calmamento e la lotta contro i batteri; la scienza moderna ora sa anche che ha proprietà antitumorali.
    • Aglio: Il bulbo non solo combatte batteri, virus e funghi che causano malattie, ma è anche un tonico per il sistema cardiovascolare e ha benefici nella lotta al cancro.
    • Menta: Poche cose sono più rilassanti del tè alla menta per la digestione. È anche utile per mal di testa e crampi mestruali.
    • Mostarda: I buongustai antichi e moderni adorano il gusto della senape. È anche utile nella lotta contro il cancro.
    • Zafferano: La più costosa delle spezie bibliche, lo zafferano veniva usato per la tintura gialla e per il sapore. Promuove una sensazione di pienezza, ha proprietà antidepressive e mostra risultati promettenti nella lotta contro il cancro al seno.

    Leggi di più: 11 deliziose spezie che rendono facile tenere il sale

    Il corso principale biblico

    La carne veniva senza dubbio mangiata meno spesso di quanto non sia oggi, poiché la preparazione della carne di solito comportava ore di macellazione e pulizia della bestia prima che si facesse strada nella pentola. Infatti, macellare un animale – come il vitello ingrassato nella storia del figliol prodigo o Giuseppe che organizza un banchetto per i suoi fratelli in Egitto – sembra essere stato più un’eccezione che la norma.

    Leggi anche  Fichi per perdita di peso

    La carne più comune era il pesce con pinne e squame. Circa 18 specie di pesci vivono nel Mare di Galilea. Il più grande tipo di barbo può crescere fino a 30 pollici e 15 sterline. Tilapia e sardine sono i pesci del lago che, ancora oggi, vengono comunemente consumati. Per le occasioni più propizie quando un animale veniva macellato, le carni includevano manzo, agnello, capra e pollame.

    Altre fonti di proteine

    Le fonti non proteiche di proteine ​​venivano generalmente consumate nel piano alimentare biblico quotidiano. I pistacchi e le mandorle sono menzionati già in Genesi 43:11 quando Israele mandò i suoi figli a visitare Giuseppe in Egitto.

    Fagioli e lenticchie possono essere trovati nei primi libri della Bibbia. I legumi sono ricchi di folati, il che è particolarmente importante per le donne in età fertile, oltre a un basso contenuto di grassi saturi. Le vitamine del gruppo B hanno un ruolo di primo piano nel loro profilo nutrizionale e forniscono antiossidanti e carboidrati a basso indice glicemico.

    Mangia la tua frutta e verdura

    Consegnare frutta e verdura fresca enzimi, acqua, vitamine, minerali e sostanze fitochimiche per promuovere una salute ottimale. I prodotti israeliani comuni menzionati nella Bibbia includono:

    • Mele
    • Cetrioli
    • Date
    • Fichi
    • zucche
    • Uva
    • porri
    • meloni
    • Olive
    • Cipolle
    • Melograni
    • uva passa
    • Sicomoro

    Il pane della vita

    Il pane è menzionato 360 volte in tutta la Bibbia, indicando che era uno dei cibi più comuni nei tempi antichi. “Una terra dove il pane non sarà scarso” faceva parte della descrizione della Terra Promessa trovata in Deuteronomio 8, che menziona anche in modo specifico i chicchi di grano e orzo.

    Orzo torte o pane erano comuni come pane integrale, ma altri ingredienti venivano spesso usati come mais, miglio, farro e altri cereali. Il più famoso è che il profeta Ezechiele ha resistito per 390 giorni a una ricetta di pane data da Dio a base di grano, orzo, miglio, farro, fagioli e lenticchie.

    Leggi di più: 10 ingredienti da evitare sempre nel pane

    Un pasto a tutto tondo

    Il libro di 2 Samuele 17 ci dà uno sguardo al pasto che il popolo di Mahanaim fornì a David e al suo campo dopo essere stati inseguiti nel deserto da Absalom. Il menu comprendeva tutti i gruppi alimentari di base e un elenco completo di macronutrienti, inclusi carboidrati, proteine, grassi, fibre, antiossidanti e acqua.

    “Hanno anche portato grano e orzo, farina e grano arrostito, fagioli e lenticchie, miele e cagliata, pecora e formaggio dal latte di mucca per far mangiare David e il suo popolo. Perché hanno detto:” Il popolo si è esaurito e ha fame e assetato nel deserto. “”