More

    Neutrofili bassi e una dieta vegetariana rigorosa

    -

    I globuli bianchi o i leucociti rappresentano una barriera protettiva maggiore tra voi e i microrganismi invasori e altri agenti potenzialmente dannosi. Esistono cinque tipi di globuli bianchi nel tuo corpo, ognuno con una funzione distinta. I neutrofili sono la principale difesa contro le infezioni batteriche e fungine e un basso numero di neutrofili, noto anche come neutropenia, aumenta il rischio di malattie causate da questi organismi. Molti fattori possono contribuire a un basso numero di neutrofili, comprese le carenze nutrizionali causate da una dieta vegetariana o vegana rigorosa.

    Un’insalata vegana con frutta, verdura, noci e semi sul tavolo di un ristorante. Immagine di credito: Crazybboy / iStock / Getty Images

    Produzione di neutrofili

    Come tutti i globuli bianchi, i neutrofili vengono prodotti nel midollo osseo prima che migrino nel flusso sanguigno e nel sistema linfatico. I neutrofili sono i globuli bianchi più numerosi nella tua circolazione, ma sono di breve durata, sopravvivendo in media a circa cinque giorni. Pertanto, i nuovi neutrofili devono essere fatti rapidamente, continuamente e in gran numero, un processo che richiede abbondanti quantità di DNA. La vitamina B-12, un partecipante essenziale alla sintesi del DNA, spesso manca nelle diete vegane.

    Vitamina B-12

    La vitamina B12, o cianocobalamina, è unica tra le vitamine del gruppo B. Possiede la struttura molecolare più complessa di qualsiasi vitamina, è l’unica vitamina che contiene un minerale essenziale, il cobalto, e non si trova in quantità apprezzabili in nessun alimento vegetale. Secondo il Linus Pauling Institute della Oregon State University, la vitamina B-12 è necessaria per l’attività di un enzima che aggiunge gruppi metilici al DNA, facilitando così la produzione di cromosomi per nuove cellule.

    Leggi anche  Pronto a provare la dieta DASH? Inizia con questo programma alimentare di 7 giorni

    carenza

    I vegani che non integrano la dieta con vitamina B-12 sono a rischio di sviluppare carenza di vitamina B-12. Poiché il tuo corpo ricicla B-12 in modo abbastanza efficiente, una carenza può richiedere molti mesi o addirittura anni per emergere. Tuttavia, gli scienziati dell’Università di Oxford nel Regno Unito hanno dimostrato che la metà dei vegani iscritti a un ampio studio europeo era carente di vitamina B-12. “Il manuale di diagnosi e terapia Merck” elenca la carenza di vitamina B-12 come causa comune di un basso numero di neutrofili.

    Considerazioni e raccomandazioni

    I vegetariani rigorosi – quelli che evitano tutti i prodotti animali – sono a rischio di sviluppare un basso numero di neutrofili se non integrano con la vitamina B-12. Un basso numero di neutrofili aumenta le possibilità di infezioni batteriche e fungine. Poiché la vitamina B-12 è limitata a fonti animali, cibi fortificati, alcuni prodotti fermentati – miso e tempeh, ad esempio – e integratori, i vegani devono prestare particolare attenzione a ottenere abbastanza di questo importante nutriente. Gli integratori di vitamina B-12 sono prodotti dalla fermentazione batterica, quindi questo rappresenta una fonte accettabile di B-12 per i vegani. L’assegno dietetico raccomandato per la vitamina B-12 per gli adulti non in gravidanza è di 2,4 mcg al giorno. Se sei vegano, chiedi al tuo medico se i tuoi bisogni di vitamina B12 sono stati soddisfatti.