More

    La tendenza “reducetaria” e 6 motivi per provarlo subito

    -

    Per molti onnivori compassionevoli, la menzione della parola “vegano” crea sentimenti contrastanti. Potresti sentirti in colpa, invidioso, indifeso o addirittura giudicato mentre affronti il ​​desiderio di fare la differenza, ma ti senti incapace di andare “piante piene davanti”.

    La riduzione è al centro del riduzionismo. Immagine di credito: Getty Images / Ron Chapple Studios RF

    Questi sentimenti contrastanti sono al centro del movimento riduzionista. Nel suo discorso su TEDx, Brian Kateman, co-fondatore e presidente della Fondazione Reducetaria, ha affermato di ritenere che queste connotazioni possiedano, “almeno in parte, una chiave per risolvere problemi complessi come il riscaldamento globale e la perdita di biodiversità”.

    Proprio come diventare vegani o flessuosi o prendere parte a lunedì senza carne, il riduzionismo consente alle persone di ridurre i prodotti di origine animale per un maggior bene. Mangiando meno carne, frutti di mare, latticini e uova, affermano Kateman e la sua fondazione, è possibile migliorare l’ambiente, la salute e la vita degli animali da allevamento. Mentre Kateman non è un vegano, sembra che anche lui sia coinvolto in qualcosa.

    Ecco alcuni dei motivi per cui potresti voler dire addio alla eccessiva indulgenza e dare il benvenuto a più piante nella tua dieta.

    Leggi di più: Sei vegano?

    Beyoncé, che è diventato vegano per 22 giorni con il rapper Jay-Z, si esibisce nel 2015. Credito immagine: Kevork Djansezian / Getty Images Entertainment / Getty Images

    1. Vuoi essere come Beyoncé

    Numerose celebrità stanno facendo diete inclini alle piante eleganti come la moda del tappeto rosso. Il cantante Beyoncé e il rapper Jay-Z sono diventati completamente vegani per 22 giorni per quella che hanno definito una “pulizia spirituale e fisica”. L’ex presidente Bill Clinton mangia principalmente vegani vegani, ma si è lasciato spazio per le proteine ​​animali occasionali, come il pesce. Oprah Winfrey, maveniente dei media e filantropo, è stata campionessa di Meatless Mondays nel suo studio.

    L’influenza delle celebrità potrebbe non sembrare il motivo più nobile per mangiare meno prodotti animali, ma è potente.

    “È prezioso perché sveglia le persone alla necessità di un cambiamento rivoluzionario nel modo in cui mangiamo”, ha dichiarato Victoria Moran, autrice di “Main Street Vegan”, conduttrice del podcast di Main Street Vegan e direttore della Main Street Vegan Academy.

    Moran ritiene che il veganismo sia la strada per il futuro, ma che molte persone non sono preparate a passare rapidamente allo stile di vita. “Hanno bisogno di vedere dalle persone che ammirano che i piccoli cambiamenti contano”, ha detto. “E, statisticamente, lo fanno assolutamente.”

    Leggi anche  Tutti i tipi di riso sono senza glutine?

    Leggi di più: 12 consigli per ottenere una dieta vegetariana giusta

    Cacca di mucche. Una mandria di mucche fa la cacca MOLTO credito immagine: IDijkinga / iStock / Getty Images

    2. Ti preoccupi per l’ambiente

    Gli americani consumano ogni anno miliardi di chili di carne e prodotti lattiero-caseari da miliardi di animali. La produzione globale di carne è triplicata (fino a circa 600 miliardi di sterline) tra il 1971 e il 2010, secondo il gruppo di lavoro ambientale. Tutto ciò richiede enormi quantità di pesticidi, carburante, fertilizzanti chimici, mangimi e acqua, generando contemporaneamente quantità significative di gas serra, letame tossico e acque reflue che inquinano laghi, fiumi e oceani.

    Ridurre i prodotti animali può aiutare a ridurre la tua impronta ecologica. Agnello, manzo, formaggio, salmone d’allevamento e maiale sono particolarmente dannosi per il pianeta, afferma l’EWG, poiché generano la maggior parte dei gas serra e richiedono più risorse, come pesticidi, acqua e fertilizzanti chimici.

    Quando opti per carne o latticini, puoi fare scelte più ecologiche. Ad esempio, è possibile sostituire latte commerciale, yogurt e formaggio con varietà biologiche da animali allevati al pascolo e nutriti con erba. Può costare di più in anticipo, ma se ti impegni a mangiare meno o più piccole porzioni, potresti anche finire per risparmiare denaro.

    Leggi di più: Come diventare vegetariani può farti diventare un supereroe dei nostri giorni

    I maiali sono tra gli animali più intelligenti del mondo. Credito immagine: anopdesignstock / iStock / Getty Images

    3. Ti preoccupi per gli animali

    Mentre molti vegani ritengono che non vi sia alcun modo etico di consumare prodotti di origine animale, molti appassionati di piante si sentono in modo leggermente diverso. Forse vuoi mangiare le uova, ma non ti piace il modo in cui molte galline vengono trattate perché vengono tenute anguste in piccole gabbie o iniettate di ormoni. O forse hai sentito che i maiali sono tra gli animali più intelligenti del mondo e si sentono strappati dal consumo di una creatura così percettiva.

    Se ti senti in conflitto sul consumo di prodotti di origine animale o a causa del modo in cui vengono trattati gli animali da allevamento convenzionali, il ridetarianesimo offre un modo per ridurre la tua assunzione e la domanda del settore, portando a un minor numero di animali che subiscono danni.

    Leggi anche  Se bevo un frullato proteico dopo l'allenamento, quando dovrei mangiare il mio pasto?

    Sulla base delle medie nazionali, ogni persona che rinuncia alla carne salva completamente circa 200 animali all’anno. Se attualmente consumi carne con la stessa regolarità di tanti americani, ridurre della metà la tua assunzione potrebbe far risparmiare quasi 100 persone. Per assicurarti che gli animali che consumi siano trattati il ​​più possibile prima di essere trasformati in carne, scegli carni biologiche, allevate al pascolo ogni volta possibile.

    Leggi di più: Che è meglio: pesce selvatico o di allevamento?

    Le tendenze vegetariane possono ridurre il rischio di morte per malattie cardiache. Credito immagine: kirstypargeter / iStock / Getty Images

    4. Vuoi migliorare la tua salute

    Uno studio pubblicato su Circulation nel marzo 2015 ha analizzato gli effetti di una dieta vegetariana sulle malattie cardiache. Nel rivedere la salute cardiovascolare e le diete di oltre 450.000 persone dai 35 ai 70 anni, i ricercatori hanno collegato la tendenza al vegetarismo con un rischio del 20% più basso di morte per malattie cardiovascolari. Le diete più utili hanno enfatizzato gli alimenti nutrienti a base vegetale, come frutta e verdura, legumi, cereali, noci e olio d’oliva.

    Le diete a base vegetale sono anche collegate a un minor rischio di diabete, obesità, ipertensione e alcuni tipi di cancro, secondo l’American Heart Association. Mangiando meno alimenti che aumentano l’infiammazione e i rischi per queste malattie, come carni e prodotti lattiero-caseari ricchi di grassi, avrai più spazio nella tua dieta per cibi benefici. Alimenti come legumi, cereali integrali, semi di lino e oli vegetali sono elementi fondamentali di una dieta salutare per il cuore.

    Alcuni alimenti ricchi di fibre possono impedire a chi soffre di determinate condizioni di diventare completamente vegetariano. Immagine di credito: 14031857 / iStock / Getty Images

    5. Ti sforzi per soddisfare le tue esigenze nutrizionali

    Per molte persone, una dieta completamente a base vegetale può soddisfare tutti i bisogni nutrizionali essenziali, cosa che non si può dire di una dieta composta da soli prodotti animali. Le persone che hanno condizioni che influenzano l’assorbimento dei nutrienti, tuttavia, come la celiachia e la colite, o che hanno avuto un danno intestinale, possono avere un tempo più duro per soddisfare i loro bisogni nutrizionali, come proteine, ferro e vitamina B-12, senza una certa quantità di tariffa animale.

    Queste persone possono anche avere difficoltà a tollerare cibi ricchi di fibre, come legumi e cereali integrali, che le diete vegetariane tendono a enfatizzare. Durante le riacutizzazioni dei sintomi, richiedono anche più proteine ​​rispetto alla persona media, afferma la Crohn’s & Colitis Foundation of America.

    Leggi anche  Banane e Gotta

    Se cadi in questo campo ma vuoi andare a base vegetale, lavorare quantità moderate di alimenti a base animale nel tuo stile di vita può aiutarti a colmare le lacune nutrizionali mentre ti aiuta attraverso queste riacutizzazioni.

    Potresti anche trarre beneficio nutrizionalmente dal riduzionismo se ti piacerebbe diventare vegetariano ma avere un’allergia ai cibi vegetali, come i legumi, che renderebbe così difficile – o se semplicemente non ti senti attrezzato per mangiare una pianta ben pianificata -solo stile di vita.

    Per saperne di più: come un intestino sano può renderti più felice

    Se negare del tutto l’hamburger è troppo difficile, prova a ridurre ilarianesimo. Credito immagine: Elena_Danileiko / iStock / Getty Images

    6. Andare vegan sembra restrittivo

    Molti vegetariani e vegani trovano un’enorme libertà nel mangiare diete senza carne o prodotti animali. Per molti altri, tuttavia, tali diete sembrano molto restrittive, il che può portare a sentimenti di sconfitta se lo provi, quindi grotta e mangia un cheeseburger.

    “Ho lottato con un disturbo alimentare per molti anni, quindi andare completamente senza carne o latticini mi sembra rigido, il che può innescare vecchi schemi di pensiero e comportamenti che devo evitare”, ha detto Sandra S.

    Per le persone come Sandra, fare un passo verso il vegetarianismo e al contempo concedersi la flessibilità necessaria per consumare alcuni prodotti di origine animale può fungere da importante forma di cura.

    Una dieta completamente vegana può anche sembrare restrittiva per le persone che hanno mangiato diete pesanti per tutta la vita, hanno altre limitazioni dietetiche, come le allergie, o che vivono in aree geografiche in cui le opzioni vegane nei negozi di alimentari e nei ristoranti sono relativamente poche e lontane fra.

    “Mi sento benissimo sapendo che sto facendo la differenza positiva per gli animali e il pianeta in tutti i modi in cui realisticamente posso”, ha detto Sandra. “Penso che tutti abbiamo bisogno di iniziare da dove siamo”.

    Leggi di più: 4 segni che potresti mangiare troppe proteine

    Cosa pensi?

    Ti sei dilettato con il vegetarismo? Hai provato e non sei riuscito a mantenere una dieta completamente vegana? Raccontaci delle tue esperienze nei commenti.