More

    Vitamina B12 e vitamina D per HPV

    -

    L’HPV, o papillomavirus umano, è un raggruppamento virale di quasi 200 tipi che causano verruche su mani, piedi e genitali di uomini e donne. L’HPV dei genitali può essere trasmesso attraverso il contatto sessuale ed è associato al cancro cervicale. Non esiste una cura riconosciuta per l’HPV, ma alcune vitamine mostrano proprietà antivirali o stimolano il sistema immunitario e mitigano i sintomi e possibilmente riducono la virulenza.

    Virus del papilloma umano

    Le infezioni persistenti da HPV sono una causa significativa di tumori cervicali, il che porta alla morte di oltre 4.000 donne americane ogni anno, secondo il National Cancer Institute. La maggior parte delle infezioni genitali da HPV nelle giovani donne è temporanea, poiché il 70 percento scompare in un anno e ha un effetto limitato a lungo termine. Tuttavia, quando l’infezione da HPV persiste, come accade fino al 10% delle donne, esiste un rischio maggiore di sviluppare lesioni precancerose della cervice, che possono progredire fino al carcinoma cervicale invasivo. Questo processo richiede solitamente tra 15 e 20 anni per svilupparsi.

    Vitamina B12 e HPV

    In generale, tutte le vitamine del gruppo B sono coinvolte con il metabolismo cellulare e la produzione di energia a vari livelli, il che è necessario per fornire la grande quantità di energia necessaria al sistema immunitario per combattere le infezioni come l’HPV. Si ritiene che la vitamina B12 distrugga l’HPV e possibilmente prevenga il cancro cervicale attraverso la metilazione del DNA, che interrompe la replicazione virale. Uno studio del 2002 è stato pubblicato sull’American Medical Association “Cancer Epidemiology Biomarkers and Prevention” e ha scoperto che i livelli circolanti di vitamina B12 erano inversamente associati alla persistenza di HPV. In altre parole, le donne che avevano i più alti livelli ematici di B12 avevano meno probabilità di sviluppare un’infezione persistente da HPV. I ricercatori hanno concluso che livelli più elevati di B12 nel sangue possono svolgere un ruolo nella prevenzione della carcinogenesi cervicale precoce.

    Leggi anche  Calorie per i bocconcini di pollo impanati e fritti

    Vitamina D e HPV

    La vitamina D, che viene sintetizzata all’interno della pelle in risposta alla luce solare, è anche un nutriente di supporto per una forte immunità. Uno studio pubblicato in un’edizione 2010 di “Nature Immunology” ha scoperto che la vitamina D è essenziale per l’attivazione delle cellule T killer del sistema immunitario in modo che possano rilevare ed eliminare gli agenti patogeni invasori, prevenendo potenzialmente infezioni gravi. Le cellule T killer, prodotte nella ghiandola del timo, hanno il potenziale per eliminare virus come l’HPV. Inoltre, ci sono segnalazioni aneddotiche secondo cui la vitamina D applicata direttamente sulle verruche inibisce la loro crescita.

    Altri nutrienti e HPV

    Le vitamine B12 e D non sono gli unici nutrienti naturali che possono aiutare con i sintomi e la proliferazione dell’HPV. Secondo “Vitamine: aspetti fondamentali della nutrizione e della salute”, anche le vitamine C, B6 e l’acido folico stimolano il sistema immunitario o interrompono la replicazione virale e possono essere utili con le infezioni da HPV. I rimedi di erbe che sono considerati efficaci contro i virus includono echinacea, amaranto, estratti di foglie di olivo e chaparral, astragalo, spicchi d’aglio e olio dell’albero del tè, come citato in “Erboristeria medica: i principi scientifici e le pratiche della medicina di erbe”.