Quali sono i trattamenti per il gonfiore del cervello?

Il gonfiore del cervello, noto nella terminologia medica come edema cerebrale, è una manifestazione di varie lesioni cerebrali come il cancro o il trauma ed è pericoloso perché aumenta la pressione all’interno del cranio. Il cranio è una camera spessa che non è conforme, il che significa che non si allunga. Il pericolo derivante dall’aumento della pressione intracranica deriva dal fatto che comprime effettivamente il cervello e può spingere il tronco encefalico dal fondo del cranio, causando la morte. Esistono vari metodi di trattamento per affrontare l’edema cerebrale.

Posizionamento

Secondo un articolo su Neurochirurgia Focus, il posizionamento corretto è importante nelle persone con edema cerebrale. Generalmente la testa è elevata in modo che il corpo sia a 30 gradi rispetto al pavimento. Un’eccezione è con alcuni pazienti con ictus in cui la riduzione del flusso sanguigno nel cervello potrebbe esacerbare l’ictus. Inoltre, il collo deve essere posizionato in modo tale da non comprimere le vene giugulari, le vene principali che drenano la testa. Questo posizionamento aiuta il sangue e il fluido a defluire dalla testa con l’aiuto della gravità.

Ventilazione e ossigenazione

Poiché il sangue trasporta fluido nel cervello e occupa anche spazio nella testa, è importante ottimizzare la quantità di penetrazione nel cranio. Troppo poco porterebbe a una mancanza di ossigeno e troppo occuperebbe spazio in eccesso e aumenterebbe la pressione. L’accumulo di anidride carbonica, un prodotto di scarto del metabolismo cellulare e una mancanza di ossigeno fanno sì che i vasi sanguigni nella testa si dilatino e aumentino la pressione nel cranio. Quindi, un basso livello di anidride carbonica e un alto livello di ossigeno sono utili per contrastare questa dilatazione vascolare. Un tubo di respirazione e un ventilatore possono essere utilizzati per regolare i livelli di anidride carbonica e ossigeno nel sangue.

Leggi anche  Kate Walsh rivela che le è stato diagnosticato un tumore al cervello

farmaci

Alcuni farmaci aiutano a ridurre il fluido nella testa e nel corpo nel suo insieme. Il mannitolo aiuta a rimuovere il liquido dal cervello attirandolo nei vasi sanguigni dai tessuti e aiutando i reni ad eliminarlo attraverso l’urina. Il furosemide farmaco viene utilizzato anche a volte e aiuta anche i reni a rimuovere il liquido. I sedativi come i barbiturici riducono anche il metabolismo cerebrale e il flusso sanguigno, proteggendo il cervello e diminuendo la pressione.

Chirurgia

A volte può essere garantito un intervento chirurgico. La rimozione di una parte del cranio rigido aiuta ad alleviare la pressione; questa si chiama craniotomia decompressiva. Inoltre, se si sta accumulando un significativo liquido cerebrospinale o CSF, è possibile inserire uno shunt o un tubo per drenarlo.

I 17 migliori esercizi da fare invece di push-up

Gli esercizi della parte superiore del corpo e del core-come assi e presse toraciche-sono...

Il 5 miglior yoga si pone per il reflusso...

Alcune pose yoga - come la posa del triangolo girevole o la svolta spinale...

27 deliziose ricette di formaggio ricche di proteine

Le ricette con formaggio sono spesso ricche di proteine ​​e calcio. Credito di immagini:...

214 Statistiche del cancro alla prostata che dovresti sapere

I tassi di cancro alla prostata sono più alti tra i neri assegnati al...

8 alimenti che ti fanno sudare, secondo un dietista

Anche il caffè ghiacciato è considerato un alimento che induce il sudore. Credito di...

Qual è la differenza tra un attacco d’ansia e...

Respirare profondamente può aiutarti a gestire i sintomi di un attacco di panico in...