More

    Qual è la differenza tra resveratrolo ed estratto di semi d’uva?

    -

    Sia il resveratrolo che l’estratto di semi d’uva sono derivati ​​dall’uva, ma a differenza dei semi d’uva, il resveratrolo viene estratto dalle bucce dell’uva come quelle usate per produrre vino rosso. Sebbene entrambe le sostanze abbiano azioni simili nel corpo, ognuna ha alcuni usi medicinali raccomandati individuali. Potresti prendere l’estratto di semi d’uva per diversi benefici per la salute rispetto al resveratrolo. Prima di iniziare a prendere uno dei due rimedi alternativi, consultare il medico per discutere il dosaggio corretto e le possibili interazioni farmacologiche.

    A differenza dell’estratto di semi d’uva, il resveratrolo proviene da bucce.

    Identificazione

    Il resveratrolo si trova anche nelle arachidi e nel succo d’uva viola. Poiché il resveratrolo si trova nelle massime concentrazioni nel vino rosso, il vino è considerato la principale fonte dietetica di resveratrolo. L’estratto di semi d’uva viene estratto dai semi o dall’uva intera. L’estratto di semi d’uva contiene notevoli quantità di flavonoidi, vitamina E e acido linoleico, tra gli altri componenti importanti.

    Funzione

    Sia il resveratrolo che l’estratto di semi d’uva agiscono come potenti antiossidanti nel corpo. Gli antiossidanti combattono i radicali liberi, che possono attaccare e uccidere le cellule del tuo corpo, oltre a danneggiare il DNA cellulare. Gli antiossidanti svolgono anche un ruolo in determinate condizioni mediche come le malattie cardiache e il cancro, nonché nell’invecchiamento. Le azioni antiossidanti nell’estratto di semi d’uva sono attribuite ai costituenti noti come complessi di proantocianidina oligomerica, o OPC, mentre il resveratrolo stesso è un componente delle bucce che porta gli effetti antiossidanti. Inoltre, il resveratrolo è considerato un fitoestrogeno, che è una sostanza a base vegetale che agisce in modo simile all’ormone estrogeno nel tuo corpo.

    Leggi anche  I migliori e peggiori alimenti per la colazione per la salute dell'intestino

    effetti

    A causa delle sue azioni antiossidanti e simili agli estrogeni nel corpo, il resveratrolo viene talvolta usato per trattare le malattie cardiache e prevenire il cancro. Le azioni antiossidanti dell’estratto di semi d’uva spiegano il suo potenziale utilizzo nel trattamento dell’insufficienza venosa cronica, colesterolo alto, edema e ipertensione, nonché nella prevenzione del cancro, secondo il Medical Center dell’Università del Maryland. L’estratto di semi d’uva è talvolta raccomandato anche per il trattamento del diabete, delle emorroidi e della scarsa visione notturna e per scopi anti-invecchiamento della pelle. Inoltre, i semi d’uva possono aiutare a curare ustioni, aterosclerosi, costipazione e altre condizioni gastrointestinali, oltre a promuovere la guarigione delle ferite, secondo il Memorial Sloan-Kettering Cancer Center. Nessuna ricerca scientifica conclusiva ampiamente accettata supporta l’uso del resveratrolo o dell’estratto di semi d’uva per prevenire o curare qualsiasi condizione medica, tuttavia.

    dosaggi

    Una dose tipica di resveratrolo è di 500 mg al giorno, secondo il Medical Center dell’Università di Pittsburgh. Per l’estratto di semi d’uva, una dose giornaliera da 200 a 400 mg viene utilizzata per trattare l’edema e da 150 a 300 mg per trattare l’insufficienza venosa cronica, osserva il Medical Center dell’Università del Maryland. Potresti assumere da 25 a 150 mg di estratto di semi d’uva fino a tre volte al giorno per effetti antiossidanti generali. L’estratto di semi d’uva è generalmente standardizzato per contenere da 40 a 80 percento di proantocianidine. Chiedi al tuo medico il dosaggio giusto per te prima di assumere l’estratto di semi d’uva o il resveratrolo.

    avvertimento

    Gli effetti estrogenici del resveratrolo potrebbero potenzialmente aumentare la crescita delle cellule del cancro al seno, rendendo il rimedio insicuro per le donne che hanno o sono a rischio di avere tipi di cancro sensibili agli estrogeni, avverte il Medical Center dell’Università di Pittsburgh. L’estratto di semi d’uva può offrire effetti di fluidificazione del sangue, rendendo il rimedio potenzialmente pericoloso se stai assumendo anche farmaci anticoagulanti come Coumadin, avverte il Memorial Sloan-Kettering Cancer Center. Lo stesso vale se hai un disturbo emorragico come l’emofilia, osserva il Medical Center dell’Università del Maryland.

    Leggi anche  Cosa si può mangiare a colazione con la malattia della cistifellea?