Periodi anomali dopo il parto

I cicli mestruali cessano durante la gravidanza. Dopo che una donna partorisce, i cicli mestruali potrebbero non verificarsi nello stesso intervallo o durare lo stesso periodo di tempo che avevano prima della gravidanza. Alcune donne sperimentano anche un cambiamento nel flusso mestruale, con periodi che diventano più leggeri o più pesanti. Anche il tempo necessario per iniziare le mestruazioni dopo il parto varia. In alcune donne, il sanguinamento postpartum ritardato può essere confuso per un periodo anormale.

Definizione

Il sanguinamento si verifica fino a sei settimane dopo la nascita, poiché l’utero torna alle dimensioni normali e il capanno più spesso del normale rivestimento uterino. Il sanguinamento postpartum inizia in rosso vivo per i primi giorni e poi diventa rosato o brunastro per la settimana successiva. Dopo due settimane, il sanguinamento si trasforma in una leggera scarica color crema o giallastra per le successive cinque settimane. Questo non è sanguinamento mestruale. Le donne che non allattano normalmente riprendono le mestruazioni entro sette-nove settimane, mentre le donne che allattano potrebbero non avere un periodo fino a sei mesi, afferma l’istruttore infermieristico Nan Anderson del Calhoun Community College.

Le cause

Gli squilibri ormonali si verificano spesso nei primi mesi dopo il parto. I periodi possono essere irregolari e più pesanti del normale per i primi tre o quattro mesi dopo la consegna. L’ovulazione, il rilascio di un uovo dall’ovaio che può portare a un’altra gravidanza, può verificarsi non appena 27 giorni dopo il parto e di solito si verifica entro i primi due mesi nelle donne che non allattano, quindi un’altra gravidanza potrebbe causare un’assenza di mestruazioni anche a mese o due dopo la consegna. L’allattamento al seno sopprime l’ovulazione e le mestruazioni fino a sei mesi. L’emorragia postpartum ritardata, che si verifica in circa l’1% delle donne, secondo Babycenter, può verificarsi fino a 12 settimane dopo il parto e può essere scambiata per un periodo anormale.

Leggi anche  Segni che un bambino si prepara a venire

Diagnosi

Normalmente piuttosto leggeri, pesanti, corti o altrimenti diversi dai periodi normali sono la regola piuttosto che l’eccezione per i primi mesi dopo il parto. Se i periodi anormali persistono per più di tre o quattro mesi, o se le mestruazioni non riprendono entro alcuni mesi dopo il parto in una donna che non allatta, può essere necessaria una visita a un medico, il Servizio sanitario nazionale consiglia.

Trattamento

La gravidanza e il parto causano una serie di cambiamenti ormonali. Ci vuole tempo perché il corpo torni alla normalità. Tuttavia, i trattamenti per regolare i livelli ormonali, come le pillole anticoncezionali, possono aiutare a riportare le cose alla normalità nelle donne che non allattano. Le donne che allattano al seno non dovrebbero assumere contraccettivi orali, avverte il SSN. Se si verifica un’emorragia postpartum ritardata, il trattamento della causa arresta il sanguinamento anormale.

considerazioni

Mentre periodi irregolari, assenti o altrimenti anormali nei primi mesi dopo la consegna possono essere fastidiosi, raramente sono dannosi in alcun modo. Tuttavia, se si verificano improvvisi coaguli o sanguinamenti molto intensi poche settimane dopo il parto, parte della placenta o del rivestimento uterino potrebbe non essere passata normalmente o potrebbe essere presente un’infezione uterina. Passare coaguli o sanguinamento che satura un assorbente ogni ora merita un’indagine tempestiva, avverte Breastfeeding.com.

I 17 migliori esercizi da fare invece di push-up

Gli esercizi della parte superiore del corpo e del core-come assi e presse toraciche-sono...

Il 5 miglior yoga si pone per il reflusso...

Alcune pose yoga - come la posa del triangolo girevole o la svolta spinale...

27 deliziose ricette di formaggio ricche di proteine

Le ricette con formaggio sono spesso ricche di proteine ​​e calcio. Credito di immagini:...

214 Statistiche del cancro alla prostata che dovresti sapere

I tassi di cancro alla prostata sono più alti tra i neri assegnati al...

8 alimenti che ti fanno sudare, secondo un dietista

Anche il caffè ghiacciato è considerato un alimento che induce il sudore. Credito di...

Qual è la differenza tra un attacco d’ansia e...

Respirare profondamente può aiutarti a gestire i sintomi di un attacco di panico in...