More

    Nausea Dopo Zinco

    -

    Lo zinco è un minerale importante che svolge un ruolo vitale nel mantenerti in salute sostenendo il tuo sistema immunitario. Sebbene numerosi alimenti contengano zinco, a carenza può causare zinco nausea, tra gli altri sintomi. Nausea può anche essere un effetto collaterale di supplemento di zinco prendendo troppo di un integratore vitaminico minerale di zinco.

    La carne rossa è un’ottima fonte di zinco. Credito immagine: Lisovskaya / iStock / GettyImages

    Potresti trovare utile lo zinco per prevenire o trattare molte condizioni, tra cui il raffreddore comune, complicazioni legate alla gravidanza, diarrea cronica, infezioni respiratorie, anemia e problemi di fertilità maschile, ma fai attenzione con il dosaggio perché lo zinco può essere tossico.

    L’importanza dello zinco

    Sebbene il tuo corpo non ne abbia bisogno molto, lo zinco è un minerale traccia essenziale che si trova in tutte le cellule del corpo. Molti aspetti del metabolismo cellulare dipendono dallo zinco. Oltre 300 enzimi hanno bisogno dello zinco per la capacità di svolgere molte funzioni corporee tra cui:

    • Divisione cellulare
    • Ferite curative
    • Abbattere i carboidrati
    • Mantenimento del sistema immunitario
    • Sintesi di ormoni
    • Supportare i tuoi sensi, come l’olfatto e il gusto
    • Migliorare l’azione dell’insulina

    Quanto zinco?

    L’attuale dose giornaliera raccomandata di zinco stabilita dal Food and Nutrition Board è stata designata in base all’età e al sesso. Questi valori sono i fabbisogni totali stimati dagli alimenti, compresi alimenti fortificati, acqua e integratori, come segue:

    • Bambini: dai 4 agli 8 anni – 5 milligrammi; Da 9 a 13 anni – 8 milligrammi
    • Maschi: dai 14 anni in su – 11 milligrammi
    • Donne: dai 14 ai 18 anni – 9 milligrammi; 19 anni e più – 8 milligrammi
    • Donne in gravidanza e in allattamento: da 11 a 13 milligrammi

    Cause di carenza di zinco

    Se hai difficoltà a ottenere un adeguato apporto di zinco, potrebbe esserci una ragione medica che potrebbe impedire al tuo corpo di assorbire il minerale. Diverse condizioni possono metterti a rischio di carenza di zinco, tra cui:

    • Essere vegani o vegetariani
    • Avere un disturbo digestivo, come Crohn, IBS, diarrea cronica o sindrome da malassorbimento
    • Avere una malattia renale o epatica cronica
    • Alcolismo
    • Avere il diabete
    • Aumento della perdita di zinco da ustioni o diarrea prolungata

    Zinco Nausea Da Carenza

    Si stima che 2 miliardi di persone in tutto il mondo siano carenti di zinco. I bambini sono particolarmente sensibili alla carenza di zinco, che contribuisce allo sviluppo fisico e neuropsicologico alterato e al rischio di infezione, specialmente nei bambini piccoli che vivono nei paesi in via di sviluppo.

    Leggi anche  L'Injera è il pane nutriente che vi state perdendo

    Uno dei sintomi di bassi livelli di zinco è nausea. Altri sintomi associati alla carenza di zinco includono:

    • Perdita di appetito
    • Ritardo nella crescita e sviluppo
    • Sistema immunitario indebolito
    • La perdita di capelli
    • Guarigione lenta delle ferite
    • Scarso senso del gusto e dell’olfatto
    • Maturazione sessuale ritardata
    • Pelle secca ed eruzioni cutanee
    • Diarrea cronica e grave

    Fonti alimentari di zinco

    Lo zinco non è immagazzinato nel tuo corpo, quindi è necessario ottenere una scorta giornaliera di cibo per mantenere livelli adeguati. Molti alimenti contengono zinco, ma la migliore fonte sono le ostriche, con 74 milligrammi per porzione da 3 once. Ciò equivale al 494 percento dell’indennità giornaliera raccomandata. Altre buone fonti di zinco includono:

    • Carni rosse, come il manzo
    • Pollame
    • Pesce e frutti di mare, in particolare passera, granchio e aragosta
    • Legumi, compresi fagioli, fagioli e ceci
    • Latticini, come yogurt, formaggio, latte
    • Noci, come mandorle e anacardi
    • Cereali integrali

    Molti alimenti sono arricchiti con zinco, inclusi cereali e barrette salutari. Sebbene i cereali e gli alimenti vegetali siano ancora buone fonti di zinco, alcuni contengono fitati, che si legano allo zinco e ne inibiscono l’assorbimento. Pertanto, la biodisponibilità dello zinco da questi alimenti è inferiore a quella degli alimenti di origine animale.

    Utilizzando integratori di zinco

    Se includi abbastanza alimenti ricchi di zinco nella tua dieta, probabilmente non dovrai preoccuparti di assumere un integratore di zinco. Tuttavia, se si decide che lo zinco aggiuntivo potrebbe essere di beneficio, sono disponibili diverse forme. Ogni tipo può presentare differenze di assorbimento, tollerabilità e biodisponibilità.

    Preso come integratore, lo zinco è usato per trattare o prevenire una varietà di condizioni. Lo zinco ha un ruolo in Salute dell’uomo perché la prostata accumula il più alto livello di zinco di qualsiasi tessuto molle nel corpo. I benefici dello zinco per la salute sessuale sono dimostrati dal suo potenziale di aumentare o modulare i livelli di testosterone negli uomini, come indicato in uno studio del giugno 2014 sul Journal of Plant Biochemistry & Physiology.

    Le prove suggeriscono anche che lo zinco ha un effetto protettivo contro il rischio di sviluppo cancro alla prostata, secondo lo studio di aprile 2013 del Nature Review Urology.

    Lo zinco è ben noto per il suo uso in rimedi freddi ma è anche usato per ridurre l’incidenza di infezioni respiratorie, come la polmonite e malattie come la malaria. La terapia con zinco viene utilizzata per aiutare a ridurre la diarrea acuta nei bambini e prevenire le complicanze alla nascita per le donne in gravidanza.

    Leggi anche  Puoi overdose con L-lisina?

    Leggi di più: Ragazzi, ecco 6 modi naturali per aumentare il testosterone

    Zinco Nausea Da Integratori

    Si consiglia di assumere integratori di zinco solo su consiglio di un operatore sanitario e non in dosi superiori al limite massimo giornaliero raccomandato 40 milligrammi secondo quanto stabilito dal National Institutes of Health. Se assunto per via orale, possono includere effetti collaterali di integratori di zinco nausea e altri sintomi come:

    • vomito
    • Diarrea
    • Mal di testa
    • Indigestione
    • Gusto metallico
    • Pelle pungente, pruriginosa o formicolante

    Essere consapevoli del fatto che l’uso a lungo termine al di sopra del livello superiore raccomandato aumenta il rischio di gravi effetti negativi sulla salute dovuti alla tossicità dello zinco.

    Cause di tossicità da zinco

    Sebbene sia improbabile che tu possa ottenere troppo zinco dal solo cibo, un sovradosaggio di zinco può derivare dall’assunzione eccessiva di a combinazione di cibo e varie altre fonti, come integratori di vitamine e minerali di zinco, farmaci prescritti, medicine fredde da banco e rimedi omeopatici che contengono zinco. Inoltre, l’ingestione accidentale di prodotti per la casa e la pelle che contengono ossido di zinco potrebbe anche creare una situazione tossica. L’ossido di zinco è utilizzato in molti prodotti come:

    • Unguento all’ossido di zinco
    • Farmaci per dermatite da pannolino
    • Medicinali per le emorroidi
    • Lozioni per la pelle
    • Lozione alla calamina
    • Crema solare
    • Cosmetici
    • Dipingere

    Il Linus Pauling Institute ha riportato focolai di tossicità da zinco derivanti dal consumo di cibi o da bevande contaminate zinco rilasciato da contenitori zincati.

    Zinco Nausea Da Tossicità

    Un consumo troppo elevato di zinco può causare effetti collaterali con sintomi che vanno da lievi a gravi. Assunzione da 50 a 150 milligrammi al giorno di zinco supplementare può causare lievi disturbi intestinali che si verificano entro tre-10 ore dopo l’ingestione. Di solito causano dosi singole da 225 a 450 milligrammi di zinco nausea e indurre il vomito _._ Altri sintomi includono:

    • Grave disidratazione
    • Diarrea
    • Crampi addominali
    Leggi anche  Effetti collaterali della vitamina B: orticaria, rash e calore

    L’avvelenamento da ossido di zinco può derivare dall’ingestione accidentale alcune creme e unguenti utilizzato per lievi irritazioni o ustioni della pelle. L’inalazione fumi di ossido di zinco può anche causare tossicità con conseguenti sintomi di zinco nausea, vomito, mal di stomaco e diarrea.

    Leggi di più: Dosi massime di zinco

    Perdita del senso dell’olfatto

    Se soffri di raffreddore e usi rimedi da banco, tieni presente che molti preparati contengono zinco. Losanghe di zinco può aiutare ad alleviare il mal di gola, ma possono avere effetti collaterali tra cui nausea e lascia un cattivo sapore in bocca. Gel nasali e spray nasali può anche contenere zinco e, secondo il National Institutes of Health, può causare una perdita del senso dell’olfatto (anosmia) che può essere di lunga durata o addirittura permanente.

    Carenza di rame e assorbimento di ferro

    L’assunzione a lungo termine di 50 milligrammi al giorno o più di integratori di zinco può interferire con la biodisponibilità del rame.

    Lo zinco si lega al rame e compete con il rame per simili siti di legame nel tuo corpo. Di conseguenza, uno zinco eccessivo riduce l’assorbimento di rame nel sangue, secondo uno studio del marzo 2013 pubblicato da Progressi nella nutrizione. Le conclusioni dello studio hanno confermato che troppo zinco può produrre una cronica bilancio del rame negativo. La carenza di rame indotta dallo zinco può portare a diversi disturbi che coinvolgono l’assorbimento del ferro, come ad esempio anemia da carenza di ferro.

    La carenza di rame può anche influenzare il sistema nervoso, causando debolezza e intorpidimento delle gambe e delle braccia, secondo la Mayo Clinic.

    Una carenza di rame può anche essere una preoccupazione per chi indossa la protesi. Creme per adesivi dentali spesso contengono zinco con livelli che vanno da 17 a 34 milligrammi per grammo. L’uso eccessivo di questi prodotti può provocare tossicità da zinco, che può causare danni neurologici irreversibili, secondo a Casi BMJ articolo pubblicato nell’agosto 2017.