Fenilefrina nel latte materno

Alcuni farmaci da prescrizione e da banco usati durante l’allattamento possono causare effetti collaterali negativi e potenzialmente dannosi per un lattante. I farmaci possono anche ridurre l’apporto di latte materno. Prima di assumere qualsiasi farmaco da prescrizione o da banco, è essenziale consultare un medico per garantirne un uso sicuro durante l’allattamento.

Un bambino sta bevendo latte da una bottiglia. Credito: Pawel_Czaja / iStock / Getty Images

fenilefrina

La fenilefrina viene utilizzata nei farmaci da banco destinati al trattamento della congestione nasale. Agisce come vasocostrittore, il che spiega la sua efficacia come decongestionante nasale perché provoca la costrizione dei passaggi nasali. Solo il 40 percento della fenilefrina assunta per via orale diventa biodisponibile o utilizzabile all’interno del corpo umano.

Esposizione ed effetti infantili

Poiché la biodisponibilità di questo farmaco è limitata se somministrata per via orale, è improbabile che sia presente in grandi quantità nel latte materno. Secondo la banca dati sui farmaci e l’allattamento pubblicata dal National Institutes of Health, non sono disponibili dati rilevanti per indicare i livelli di droga materna o infantile o gli effetti dell’infanzia dopo l’uso della fenilefrina durante l’allattamento.

Effetti dell’allattamento

Sebbene non sia noto se la fenilefrina passi direttamente nel latte materno, è possibile che possa ridurre la produzione di latte. Un altro decongestionante comunemente usato, la pseudoefedrina, ha dimostrato di ridurre l’apporto di latte di oltre il 20 percento. La pseudoefedrina ha una struttura e un meccanismo d’azione vicini alla fenilefrina. Usa la fenilefrina con cautela se sei una madre che non ha una scorta di latte ben consolidata.

considerazioni

Al fine di ridurre i potenziali effetti della fenilefrina sul lattante, gli spray nasali o le gocce oftalmiche sono alternative che hanno meno probabilità di causare effetti collaterali indesiderati. L’American Academy of Pediatrics suggerisce che le donne che allattano valutano se il farmaco è necessario e assicurano la selezione del farmaco più sicuro disponibile. L’assunzione del farmaco dopo l’allattamento può ridurre l’esposizione ai farmaci del bambino.

Leggi anche  Allattamento al seno e riduzione dei movimenti intestinali

Come eseguire il ricciolo nordico inverso per la massima...

Il ricciolo nordico inverso prende di mira tutti i muscoli quad, impedisce lesioni e...

Malattia gengivale: tipi, cause, sintomi e trattamenti

La malattia gengivale può essere diagnosticata solo da un dentista. Credito di immagini: KOH...

Come fare la sfida di fitness “porta Sally” e...

Puoi fare la sfida "Bring Sally Up" come riscaldamento o come suo allenamento e...

6 insidie ​​estive che possono mettere a repentaglio la...

La tariffa del barbecue va bene con moderazione, ma bilanciarla con scelte alimentari sane...

Vuoi iniziare la terapia ormonale a base di estrogeni?...

Se sei interessato alla terapia di affermazione del genere basata su estrogeni, puoi facilmente...

Quanto è grave bere un vecchio caffè?

Se ti stai chiedendo se il tuo caffè andrà male o meno, dipende da...