More

    Come cucinare il maiale selvatico

    -

    I maiali sono tra gli animali domestici più adattabili e autosufficienti e i suini selvatici autoctoni o selvatici sono corrispondentemente comuni in gran parte del mondo. Negli Stati Uniti la maggior parte dei maiali selvatici sono discendenti selvaggi di animali domestici fuggiti, sebbene il cinghiale europeo sia allevato per la vendita agli appassionati di carne di maiale. La carne di maiale selvatico di allevamento o selvatico è più magra e più saporita della carne di maiale ordinaria, ma puoi cucinarla nella maggior parte degli stessi modi.

    Maiale selvaggio cotto lentamente mostrato in padella.Credito immagine: Eising / Photodisc / Getty Images

    Accendi un po ‘di fumo

    Non sorprende che uno dei modi più allettanti per cucinare il maiale selvatico sia il barbecue tradizionale. La cottura lenta dell’animale – intero o in pezzi – su carboni e fumo completa i suoi ricchi sapori ed evita di indurire la carne magra. La salamoia del maiale aggiunge prima sapore e aiuta a mantenerlo umido. Per un maiale intero avrai bisogno di una grande cucina, realizzata commercialmente o improvvisata con blocchi di scorie. Per pezzi più piccoli, come una spalla, un normale barbecue o un fumatore funziona bene. A una temperatura di 225 gradi Fahrenheit o inferiore, una spalla può richiedere da 8 a 12 ore e un maiale intero può richiedere da 14 a 18. I tagli più piccoli come le costole potrebbero richiedere da tre a quattro ore.

    arrosti

    Il maiale selvatico produce anche un arrosto fine ed eccezionalmente saporito. A causa della sua magrezza, dovrebbe essere arrostito a temperature più basse rispetto al normale maiale, e la moderna tecnica di tostatura lenta – da 225 a 250 F per diverse ore – dà il risultato più succoso e tenero. Le sezioni del lombo e delle costole sono morbide, così come lo sono sugli animali domestici e sono migliori alla temperatura di 145 ° F utilizzata per il maiale normale. I tagli più duri come la spalla e la gamba sono talvolta migliori se arrostiti lentamente a ben fatti, a 180 F o più, che dissolve i tessuti connettivi duri e ammorbidisce il muscolo. Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti raccomanda di cuocere tutti gli animali da caccia, compreso il maiale selvatico, a una temperatura finale di 160 F o superiore.

    Leggi anche  Come cucinare l'arrosto di montone

    Caldo e veloce

    I tagli più teneri di maiale selvatico, tra cui le sezioni di filetto, lombo e costole, si prestano bene anche a grigliare, grigliare, friggere e tecniche di cottura simili ad alta temperatura. In questo caso, si compensa la magrezza della carne accorciando il tempo di cottura piuttosto che riducendo la temperatura. I filetti possono essere grigliati e grigliati interi o tagliati in medaglioni per grigliare. Le costolette di lombata e costole possono essere trattate allo stesso modo delle costolette di maiale comparabili, tenendo presente che richiederanno un minuto o due in meno su ciascun lato a causa della loro magrezza. Un arrosto di lombo, con il cappuccio protettivo grasso tagliato a circa 1/4 di pollice, può essere arrostito a 425 F fino a quando la sua temperatura interna raggiunge 145 F.

    Brasare e stufare

    In alternativa al barbecue o alla tostatura lenta, anche i tagli duri di gambe e spalle possono trarre vantaggio da brasare o stufare. Entrambi i metodi cuociono delicatamente il maiale selvatico in brodo o salsa per ore fino a quando sono teneri, quindi la differenza è in gran parte una terminologia. Se stai cucinando un unico grande taglio come un arrosto è considerato brasato e stufato se lavori con bocconcini tagliati a forcella. In entrambi i casi, prima devi dorare il maiale selvatico, quindi metterlo in una pirofila o in una pentola a cottura lenta con brodo, vino, salsa preparata o altro liquido. Dopo diverse ore di lento sobbollire nel forno o sul bancone, la carne è tenera e deliziosa e i liquidi di cottura, una volta filtrati e addensati, formano una salsa fine.