More

    Alimenti da evitare con l’ipercalcemia

    -

    L’ipercalcemia è una condizione di avere un livello di calcio nel sangue superiore al normale. L’ipercalcemia può essere il risultato di paratiroidi, disturbi delle ghiandole surrenali o malattie renali. Il consumo di quantità estremamente elevate di calcio nella dieta può anche contribuire all’ipercalcemia. La gestione delle condizioni di salute di base può trattare l’ipercalcemia, secondo il National Institutes of Health. Può anche essere necessario limitare la dieta per evitare fonti alimentari di calcio e vitamina D..

    Una bistecca di salmone cruda su un tagliere.Credito immagine: Bzzz / iStock / Getty Images

    latticini

    I latticini, tra cui latte, formaggio e yogurt, sono tutti ricchi di calcio e possono portare a ipercalcemia se consumati in grandi quantità. Lo sviluppo dell’ipercalcemia derivante dal consumo eccessivo di latte si chiama sindrome del latte-alcali. Limitare la quantità di latticini nella dieta può aiutare a regolare i livelli di calcio nel sangue.

    Frutti di mare

    La vitamina D è una sostanza che, insieme agli ormoni paratiroidi, regola i livelli di calcio di una persona. Diversi tipi di frutti di mare sono ricchi di vitamina D e dovrebbero essere evitati se l’ipercalcemia è un problema. Gli alimenti più sani del mondo, una risorsa online per l’alimentazione, riferisce che il salmone, i gamberi e il merluzzo forniscono una grande porzione delle indennità giornaliere raccomandate per la vitamina D e potrebbero dover essere limitati per abbassare i livelli di calcio nel sangue.

    verdura

    Le verdure cotte sono ricche di calcio e potrebbe essere necessario evitarle fino alla risoluzione dell’ipercalcemia. Le cime di rapa, gli spinaci bolliti, i cavoli e il cavolo sono tutti ricchi di calcio. Una tazza di spinaci pesa 244 mg per porzione, secondo gli alimenti più sani del mondo.

    Leggi anche  14 marche di patatine senza glutine da consumare a merenda

    Uova

    Le persone che hanno un alto livello di calcio nel sangue potrebbero dover limitare l’assunzione di uova. Un uovo sodo offre circa 23 unità internazionali (UI) di vitamina D. Anche i prodotti da forno che contengono uova possono essere soggetti a restrizioni. Consultare un medico prima di modificare la dieta per trattare l’ipercalcemia.